La SPI non fa uso di cookie di profilazione propri, ma sono presenti cookies di profilazione di terze parti. La prosecuzione della navigazione costituisce accettazione.

Messaggio di auguri pasquali di Anna Nicolò ai Soci

Cari colleghi,

vi scrivo per darvi qualche ragguaglio sul lavoro che l’esecutivo  e io abbiamo svolto finora.

Io credo sia importante darvi regolarmente conto dell’attività che stiamo svolgendo e perciò  quanto prima troverete nel sito spiweb una sezione  destinata alle comunicazioni dell’esecutivo.

L’obiettivo è di condividere le decisioni con i colleghi che lo vorranno e potranno darci suggerimenti e critiche. Ciascuno dei membri dell’esecutivo potrà  poi intervenire   dandovi informazioni più  precise sull’attività che sta svolgendo. Al momento io vi citerò semplicemente gli interventi principali su cui stiamo lavorando .

Non mi soffermerò sullo svolgimento dell’attività didattica  di cui si sta occupando Malde Vigneri , segretaria dell’Istituto Nazionale di Training e dell’attività scientifica, che presto troverà un primo  momento di confronto nel convegno a seminari multipli di Bologna   organizzato da Massimo Vigna Taglianti, segretario scientifico.

Tra le nuove iniziative abbiamo previsto, grazie al lavoro di Gabriella Giustino, la ristrutturazione del sito SPIWEB che nei prossimi mesi sarà organizzata per rispondere alle necessità di una nuova fisionomia e di prestazioni, più aderenti all’ingente mole di informazioni  e ai bisogni  attuali. La società che ha assunto  la responsabilità del rinnovo del sito e della sua manutenzione ci ha offerto il suo lavoro ad un prezzo decisamente competitivo e questo, insieme ad altre accortezze ci permetterà di risparmiare in misura rilevante.

Leonardo Resele,oltre a svolgere il suo incarico di tesoriere, si sta occupando  della creazione dei comitati di assistenza. Abbiamo insieme  avuto scambi interessanti e illuminanti con colleghi d’oltralpe su questo tema . Oltre al rinnovo della commissione deontologica, abbiamo attivato una taskforce  sulla revisione del codice deontologico, lavoro  complesso e necessario.

 Analoga taskforce è stata attivata per le numerose riforme statutarie che  sono necessarie , a partire dal riordino delle norme elettorali per andare ai cambiamenti  necessari alla creazione dei centri clinici o alla richiesta di finanziamenti europei. Di questo si sta occupando tra gli altri, come referente dell’esecutivo, Fabio  Castriota.

Sull’obiettivo  complesso della creazione dei centri clinici ho elaborato una proposta di progetto che  prospetteremo nei centri che vorranno accettare la richiesta di  discuterne in riunioni allargate. Ho inviato tale progetto a tutti i presidenti dei centri con l’augurio che possa costituire oggetto di riflessione tra tutti.

Naturalmente il mio è solo uno schema e ringrazio tutti coloro che mi hanno già scritto prospettandomi modifiche. Non mi stancherò di ripetere che la nostra è una proposta che ciascun centro valuterà se accettare, rifiutare o modificare.

Un’iniziativa molto importante  è stata la costituzione di una meeting regolare dei presidenti dei Centri con il presidente della SPI. A Bologna ci sarà la seconda riunione e l’obiettivo è rinsaldare i legami tra i centri e l’esecutivo, con l’intento  di creare una politica comune e  di condividere le difficoltà.

Attualmente siamo  alle prese  con la complessa questione del rapporto tra la SPI e le istituzioni sanitarie. Ho progettato di istituire un gruppo di lavoro con i colleghi impegnati nelle istituzioni per studiare ed intervenire ,ove necessario, per la tutela della professione  psicoanalitica  e degli psicoanalisti. Alcuni colleghi hanno già risposto all’appello e dopo Pasqua  questa iniziativa prenderà una forma più precisa.

Il laboratorio sull”identità dello psicoanalista” è già partito e  mi aspetto che i colleghi ci offrano utili riflessioni su questo tema, approfondito sia  per quanto riguarda cambiamenti ed invarianti che lo caratterizzano, sia offrendo strumenti operativi di dialogo  con la cultura e la società.

Da qualche giorno mi è stata confermata dall’editore Cortina la creazione di una collana  editoriale della Società Psicoanalitica che vedrà, almeno inizialmente, la pubblicazione di due libri l’anno di autori italiani  a testimoniare la ricchezza e l’originalità degli psicoanalisti  italiani.

Per quanto riguarda la Rivista  Paola Marion, accanto alle novità  previste per la  pubblicazione in cartaceo, sta organizzando una ristrutturazione del sito della Rivista e il progetto per avviare l’indicizzazione sta per partire con l’accordo dell’editore.

Un capitolo di enorme importanza che Malde Vigneri, Massimo Vigna Taglianti ed io stiamo studiando è quello sui gruppi di ricerca   intercentri che verranno attivati da settembre. Su questo punto daremo accurata informazione in una newsletter successiva. Quanto all’attivazione di gruppi di ricerca in ogni centro, alcuni tratteranno temi clinici  e altri saranno anche mirati a creare una  riflessione e una cultura condivisa sulla diagnosi, la metodologia della consultazione e la scelta del setting.

Uno degli obiettivi  di questa iniziativa è quella di favorire una maggiore osmosi tra i centri e uno scambio e una conoscenza reciproca tra gli psicoanalisti , ma essa nasce dalla convinzione che la mente dell’analista non è caratterizzata da certezze, ma piuttosto da curiosità e dubbi, che ogni analisi è una continua ricerca  e infine che c’è grande similarità tra la mente dell’analista e quella del ricercatore.

Infine il congresso della FEP  in Olanda mi  ha visto impegnata direttamente sul problema del cambiamento del modello Eitingon insieme Stefano Bolognini, Giovanni Foresti, Anna Ferruta.

Tutti questi , di cui vi ho fatto cenno ,sono progetti che hanno iniziato il loro percorso.

Per chiunque voglia offrire suggerimenti o critiche, la mia mail dedicata alla SPI è : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 Su questi temi  e su altri  tornerò nel prossimo futuro, mentre al momento non mi resta che farvi carissimi auguri.

anna

Accesso area privata

Per accedere all'area privata, inserisci i tuoi dati di autenticazione: