Monsieur Lazhar

Dati sul film: Philippe Falardeau , 2012 , Canada ,94 minuti

Giudizio: 5/5 *****

Genere: drammatico

Recensione: In una scuola primaria di Montreal , classe di undici-dodicenni , a causa di un improvviso evento traumatico , si cerca un insegnante . Non è facile trovarlo , si presenta e sarà assunto Bashir Lazhar ,originario Algerino. Ha un passato drammatico , è solo nel Paese che lo ospita. Si scontrerà e si incontrerà con le regole educative e con la cultura del nuovo ambiente in cui vive , con l’ostilità e il desiderio di un nuovo insegnante dei suoi alunni , con la propria e con le loro solitudini , con la necessità di non rimuovere ma di rivivere e accettare il passato.

Perché andare o meno a vedere il film: ben sceneggiato, girato e interpretato , offre un quadro credibile e toccante delle problematiche preadolescenziali , del rapporto insegnanti-alunni ,delle tematiche del superamento del trauma e della separazione.

La versione dello psicoanalista : la descrizione delle personalità dei ragazzi , con le loro differenze , e con i loro bisogni simili e tipici dell’età. Lo specifico della relazione con l’insegnante, diversa da quella con i genitori , ma importantissima. La funzione di supporto dell’adulto nell’elaborazione del trauma . Il sovrapporsi e l’intrecciarsi di traumi personali e famigliari con il traumatismo sociale e politico.