Adalberto Piazzoli: Intervento dal pubblico

[1]: Sono un  fisico, ma mi guardo bene dal chiedere se la psicoanalisi sia una scienza, però chiedo se la teoria psicoanalitica tenga conto dello sviluppo di altre discipline, ad esempio della scoperta dei neuroni a specchio o della scoperta del grande fisico e astrofisico Penrose, che ha fatto l’ipotesi che il cervello abbia un funzionamento quantistico: ci dobbiamo aspettare una psicoanalisi quantistica? O, ancora, in base alla teoria detta del Transumanesimo, che suggerisce di mettere tutta la memoria di un cervello in un dischetto o in vari dischetti, ottenendo così un’identità dispersa: in che modo la psicoanalisi reagirà a proposte di questo tipo? 

[1] Fisico, lavora al Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica dell’Università di Pavia, di cui è anche stato Direttore. Oggi è Presidente del L.E.N.A. (Laboratorio Energia Nucleare Applicata) e Direttore dell’Istituto Universitario di Studi Superiori. Tra le sue passioni c’è anche la tutela della Funicolare di Lanzo e per questo motivo fa parte dell’Associazione per la protezione del patrimonio artistico e culturale della Valle Intelvi. Aderisce al CICAP sin dalla sua fondazione, ne è stato Vice-Presidente fino al 2012, per poi diventarne Presidente Emerito.