THE AIRweBREATHE

wwfToxic Emotions, Organizational Health and Social Well-being: Psychoanalytic Understanding and Intervention

Roma 8-14 giugno 2015

ISA – Istituto Superiore Antincendi

Cari colleghi

ho il piacere di informarvi di un evento scientifico che potrebbe interessarvi.

Si tratta del 32° Annual Meeting dell’ISPSO – International Society for the Psychoanalytic Study of Organizations (www.ispso.org) – che si intitola

“The Air we Breathe” – Toxic Emotions, Organizational Health, and Social Well-Being: Psychoanalytic Understanding and Interventions”

e che si svolgerà a Roma dall’8 al 14 giugno 2015 presso l’ISA – Istituto Superiore Antincendi.
ISPSO è un’associazione che riunisce oltre 300 professionisti, tra clinici, formatori, accademici, manager e consulenti, accomunati dall’apprezzamento e dall’impiego del metodo psicoanalitico come lente privilegiata per comprendere l'”inconscio sociale” e le zone d’ombra delle organizzazioni (imprese, ospedali, scuole, banche, pubbliche amministrazioni, servizi sociali). Tra i soci ISPSO figurano una ventina di analisti IPA, non molti in effetti – il che testimonia dell’ancora impervio dialogo tra psicoanalisti e mondo del lavoro e dell’organizzazione – ma alcuni dei quali di alto profilo, come Siv Boalt Boethius, Ken Eisold, Thomas Hoffman, Manfred Kets de Vries, Mathias Lohmer ed Edward Shapiro, oltre a diversi analisti non-IPA.
Ai Meeting dell’ISPSO hanno inoltre preso parte analisti e studiosi del calibro di Vamik Volkan, Harold Bridger, Eugene Enriquez, Gordon Lawrence, Shmuel Erlich, Elliott Jaques, Abraham Zaleznik, Bob Hinshelwood, Rafael Moses, Gerard Mendel, e tra gli Italiani anche il nostro Giovanni Foresti.
ISPSO svolge ogni anno un Meeting destinato ai soci ma aperto alla partecipazione di persone esterne interessate ai lavori dell’associazione e al tema specifico del Meeting.
Trattandosi di un evento rivolto primariamente ai soci la lingua parlata sarà l’inglese, e purtroppo non è prevista una traduzione.

Questa edizione, che come si è detto avrà luogo dall’ 8 al 14 giugno, si svolge in Italia per la prima volta. Il tema prescelto è abbastanza stimolante ed ambizioso: il ruolo delle emozioni tossiche nella vita organizzativa e nella società, e la psicoanalisi come strumento per riconoscerle, contenerle, trasformarle o almeno mitigarne gli effetti. Tra i relatori-chiave ci saranno Manfred Kets de Vries, Bénédicte Vidaillet e Francesco Avallone.
Il Meeting si articola in varie sezioni successive: la sezione “Symposium”, il congresso vero e proprio, che si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 , sarà preceduta da una “tre-giorni” (lunedì 8-mercoledì 10) occupata da una serie di Professional Development Workshops (PDW) offerti da esperti internazionali a piccoli gruppi di persone interessate, e poi, il giovedì 11, dal Members’ Day, l’assemblea riservata ai soci ISPSO. Il mercoledì 10 – dalle 17 alle 19,30 – avrà luogo anche una Tavola Rotonda (questa volta in italiano) con la partecipazione di un membro senior di ISPSO e di alcuni invitati italiani provenienti da vari ambiti (impresa, finanza, pubblica amministrazione, servizi), che dialogheranno tra loro e con un ristretto pubblico di persone invitate discutendo esperienze dirette di lavoro sul tema “tossicità emozionale e leadership organizzativa”.

Sabato 13, all’apertura della 2a giornata del Symposium, Stefano Bolognini verrà a portare ai congressisti i suoi saluti e quelli dell’IPA, promuovendo quello che risulterebbe essere il primo incontro ufficiale tra le due associazioni.

La SPI è comunque abbastanza rappresentata nell’organizzazione dell’evento: io sono stato nominato Chair del Meeting, e Giovanni Foresti ha il ruolo di consulente scientifico. La segreteria organizzativa è curata dalla Cooperativa romana “Rifornimento in Volo”, presieduta da Giovanna Montinari. Maria Giannini ci ha dato un aiuto prezioso per la Tavola Rotonda. Tra i relatori figurano Claudio Revere e lo stesso Giovanni Foresti, e vari soci SPI hanno manifestato l’intenzione di iscriversi.
I programmi del Meeting e tutte le informazioni necessarie sui trovano sul sito am2015.ispso.org. Sarò volentieri a disposizione dei colleghi che vorranno chiedere ulteriori informazioni di carattere scientifico e che potranno contattarmi all’indirizzo maper@tin.it .
Sperando di incontrarvi numerosi a Roma, vi mando un cordiale saluto.

Mario Perini

Torino, 3 marzo 2015