La SPI non fa uso di cookie di profilazione propri, ma sono presenti cookies di profilazione di terze parti. La prosecuzione della navigazione costituisce accettazione.

The cut and the building of psychoanalysis,Carlo Bonomi, Routledge (2015)

the cutCarlo Bonomi (2015)

THE CUT AND THE BUILDING OF PSYCHOANALYSIS

Vol. I Sigmund Freud and Emma Eckstein, Routledge, 276 pages

http://www.routledge.com/books/details/9781138823495/

The Relational Perspectives Book Series (RPBS)

Il Taglio e la Costruzione della Psicoanalisi, Volume I Sigmund Freud e Emma Eckstein

Questo volume presenta una immagine fresca e una nuova narrativa delle origini della psicoanalisi, prendendo in considerazione la dimensione sociale, culturale e le idee relazionali contemporanee. Partendo dall’esplorazione della comunicazione inconscia e dalla identificazione di Freud con i suoi pazienti, e in particolare con Emma Eckstein, questo libro getta una nuova luce nella logica che informa una serie di eventi cruciali della autoanalisi di Freud e delle teorie formulate per fondare e stabilire la psicoanalisi.
Organizzati in tre parti, i vari capitoli mostrano come le oscillazioni di Freud tra la realtà del trauma e il potere creativo delle fantasie nascano dal suo incontro con e trattamento di Emma. La prima parte presenta una ricostruzione storica della castrazione nel trattamento delle donne isteriche tra il 1878 e il 1895; la seconda parte esamina le teorie prodotte da Freud tra il 1895 e 1896; e la terza parte esplora e ricostruisce alcuni aspetti dell’autoanalisi di Freud (1896-1899).
Ne Il Taglio e la Costruzione della Psicoanalisi viene sostenuto che la comunicazione inconscia con Emma ha fornito una cornice e una guida alla autoanalisi di Freud. Si rivolge a psicoanalisti, psicoterapeuti, psicologi, come pure agli studiosi di storia della scienza, di scienze sociali, di storia del pensiero occidentale e della mente in generale.

Carlo Bonomi, è analista supervisore presso l’Istituto di psicoanalisi Harry Stuck Sullivan di Firenze e docente presso la scuola di specializzazione in psicoterapia dello stesso istituto. Ha insegnato Storia della Psicologia e Psicologia Dinamica all’Università degli studi di Firenze, ed è stato presidente del Centro Studi Storici di Psicoanalisi e Psichiatria. È anche Presidente fondatore della Associazione culturale Sándor Ferenczi.

Indice
Introduzione

PARTE 1
Il contesto medico
1 La castrazione di donne e bambine
2 Tra corpo e mente: i nervi

PART 2
Contrastando il trauma
3 Uno scandalo ginecologico
4 Il significato della circoncisione di Emma per il sogno di Irma di Freud

PART 3
Topografia di una dissociazione
5 Il salvatore di bambini
6 La pietra angolare
7 Un mostro bisessuale
8 L’incrocio
9 La strega metapsicologia
10 La pelle del destino

L’introduzione può essere letta e scaricata dal sito
https://www.academia.edu/11050450/Introduction_to_THE_CUT_AND_THE_BUILDING_OF_PSYCHOANALYSIS_Volume_1

Nota sulla serie:
La Relational Perspectives Book Series è stata fondata nel 1990 da Stephen Mitchell ed è attualmente edita da Lewis Aron e Adrienne Harris. Il termine psicoanalisi relazionale è stato usato per la prima volta da Greenberg e Mitchell (1983) per creare un ponte tra la tradizione delle relazioni interpersonali, sviluppata dalla psicoanalisi interpersonale, e quella delle relazioni oggettuali, sviluppata nell’ambito della teoria britannica contemporanea. A partire dal lavoro seminale dell’ultimo Stephen Mitchell, il termine psicoanalisi relazionale è ulteriormente cresciuto assimilando molti altre influenze. Oltre alla psicoanalisi interpersonale e la teoria delle relazioni oggettuali, la psicologia del sé, la ricerca empirica sul bambino, ed elementi del pensiero Freudiano e Kleiniano contemporaneo sono affluiti in questa tradizione, in cui le configurazioni relazionali tra il sé e gli altri, sia reali che fantasticate, sono assunte come il soggetto primario dell’indagine psicoanalitica.
http://www.routledgementalhealth.com/series/relational-perspectives/

Accesso area privata

Per accedere all'area privata, inserisci i tuoi dati di autenticazione: