La Società Psicoanalitica Italiana

La Società Psicoanalitica Italiana (SPI) è stata fondata a Teramo il 7 giugno del 1925 e riconosciuta nel 1936 dall’Associazione Psicoanalitica Internazionale (IPA) fondata nel 1910 da Sigmund Freud.

La SPI è società componente dell’International Psychoanalytical Association (IPA) e dell’European Federation of Psychoanalysis (EFP).

Gli psicoanalisti della SPI sono medici chirurghi, psichiatri, neuropsichiatri infantili, psicologi e psicoterapeuti.

La Società Psicoanalitica ha anche una scuola di formazione, Istituto Nazionale del Training, riconosciuta dal MIUR  ai sensi della legge n. 56 del 18.2.89, D. M. del 29 gennaio 2001, G. U. del 19 febbraio 2001. Essa si occupa di formare gli analisti attraverso un training che prevede un’analisi personale, un corso teorico-clinico di quattro anni e la supervisione di casi clinici con un analista di riconosciuta esperienza. Gli analisti della SPI seguono poi, durante tutto l’arco della loro vita professionale, una continua attività di confronto clinico e teorico che garantisce la progressione della loro capacità analitica.

La SPI è composta attualmente da 947 Soci e 282 Candidati e si articola:

– in 11 Centri Psicoanalitici presenti nelle città di Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Padova, Roma (2 Centri), Palermo, Pavia, Torino

– In ogni  Centro della SPI è presente un servizio di consultazione.

Statuto e Regolamento, con le annesse procedure di regolamento in formato PDF

Codice Deontologico in formato PDF