Breve storia dell’IPSO

IPSO

Introduzione.

L’International Psychoanalytical Studies Organization (IPSO, www.ipsocandidates.org.uk), è un’organizzazione nata nel 1973 e composta da Psicoanalisti-in-Training degli Istituti dell’International Psychoanalytical Association (IPA).

Essere un membro Ipso significa PARTECIPARE. Attualmente, a Livello Internazionale, consente di :

–         partecipare, fruendo di Tariffe agevolate, ai Congressi IPA che si tengono ogni due anni e durante i quali si svolge parallelamente il Congresso IPSO;

–       partecipare, sempre fruendo di Tariffe agevolate, ai Congressi delle Federazioni Regionali che raggruppano le Società psicoanalitiche in base alla collocazione geografica, quali la European Psychoanalytical Federation (FEP, di cui la Società Psicoanalitica Italiana fa parte), FEPAL (corrispettivo della FEP per l’America Latina) ed APSAA (per il North America);

–         partecipare ai premi: Sacerdoti, Tyson e IPSO Writing Award che vengono assegnati nel corso dei Congressi IPA/IPSO biennali;

–         abbonarsi ad un prezzo molto favorevole all’archivio PEP-WEB;

–         partecipare al programma di Visiting (Visiting Candidate Program), che consente di viaggiare tra le diverse realtà psicoanalitiche internazionali, potendo fruire di seminari e due superivisoni con Analisiti con funzioni di training (http://www.ipso-candidates.org.uk/ipso/VCP/ipso/Visiting_Candidate_Programme)

–          pubblicare relazioni, recensioni o report sull’IPSO Journal;

–      partecipare a gruppi di studio internazionali, su temi specifici della psicoanalisi che si ritrovano periodicamente via Skype (per maggiori informazioni, scrivi al Presidente: IPSO-President@ipso-candidates.org.uk).

–         Partecipare a eventi periodici, organizzati a livello Regionale. In Europa, annualmente si tengono in differenti Paesi il tradizionale IPSO MEETING (solitamente tre giorni, durante i quali i Candidati presentano lavori e partecipano a supervisioni tra pari) e l’IPSO STUDY DAY (un giorno, un giorno e mezzo, dove un Istituto Locale di Training invita dei docenti a presentare un particolare modello teorico/clinico). Per maggiori informazioni, si rimanda al sito in Inglese;

–         far parte di alcuni Comitati IPA e di prestigiosi gruppi di studio, ricerca, sviluppo;

–         essere iscritto alle mailing list nazionali e internazionali, dove è possibile scambiare informazioni riguardo le opportunità formative e professionali. 

 

Origini.

Prima della sua fondazione i candidati delle varie Associazioni, Società e Istituti IPA non erano rappresentati nelle realtà dei vari training o non avevano spazi specifici ove discutere tra pari e dialogando delle proprie esperienze formative con le Società Locali o con l’IPA stessa.

Durante il Congresso IPA ospitato nel 1969 proprio a Roma, un gruppo di Candidati di varie nazionalità spinto dalla necessità condivisa di sentirsi maggiormente partecipi dell’attività scientifica internazionale, organizzò una riunione clandestina, dove furono discussi i temi riguardanti il training, il ruolo e la rappresentanza dei candidati all’interno delle varie Istituzioni e altro ancora.

L’Esecuitvo IPA venne a conoscenza di questo incontro e chiese un confronto con il gruppo che si era costituito. Si racconta che vi furono inizialmente delle tensioni, che lasciarono poi il posto ad un aperta discussione. Segno che la necessità percepita dai Candidati trovava riscontro anche tra gli Analisti con Funzioni di Training, preoccupati che l’esperienza formativa corrispondesse sempre a standard di eccellenza.

Due anni dopo quell’incontro, durante Congresso IPA di Vienna del 1971, l’allora Presidente IPA, Leo Rangell, auspicò che i candidati potessero organizzarsi a livello internazionale per avere anch’essi, al pari dell’IPA, un proprio coordinamento istituzionale. Nacque così l’IPSO e due anni dopo, durante il Congresso IPA di Parigi del 1973, si svolse il primo Congresso IPSO, parallelo a quello IPA, come è ormai consuetudine. Il primo Presidente nominato a capo dell’IPSO fu David Terman, attuale Presidente dell’Istituto Psicoanalitico di Chicago

 

Organizzazione dell’IPSO (Comitato Esecutivo e Comitato IPA/IPSO).

L’IPSO è costituito da un Esecutivo Internazionale, dove sono rappresentate le principali Regioni dove la Psicoanalisi si è sviluppata: Europa, America Latina e Nord America. In questi tre raggruppamenti sono incluse anche altre realtà, dove la Psicoanalisi è a uno stato embrionale o dove i gruppi hanno una numerosità non ancora estesa; dell’Europa fanno parte anche Sud Africa, Israele, India e Australia; nel raggruppamento Nord America, sono inclusi il Giappone, la Corea e recentemente la Cina.

Del Comitato Esecutivo fanno parte un Presidente, un Presidente Eletto, tre Vice Presidenti (uno per ciascuna regione) e tre Vice Presidenti Eletti. Completano la squadra un tesoriere e un editor, per un totale di 10 membri. Per quanto riguarda l’elezione del Comitato, si rimanda al sito in inglese (http://www.ipso-candidates.org.uk/ipso/Election/ipso/election2015.aspx).

Per partecipare a IPSO, occorre versare una quota associativa annuale. In Italia, tale quota viene versata automaticamente dalla Segreteria dell’Istituto di Training, al momento dell’iscrizione all’anno accademico.

A livello locale, in ciascuna Società Psicoanalitica, ove vi sono dei Candidati iscritti a Ipso, vengono eletti dei Rappresentanti Nazionali, cui è affidato il coordinamento delle attività locali (si veda il punto successivo: IPSO Italia).

A livello Internazionale, IPSO intrattiene con l’IPA un rapporto di vivace collaborazione: ogni anno, a New York, la terza settimana di Gennaio, durante il Congresso APSAA si riunisce il Comitato per le relazioni IPA/IPSO, a beneficio di entrambe le organizzazioni. Questo Comitato si riunisce a margine del tradizionale Business Meeting dell’Esecutivo di Ipso e vede la partecipazione di tre rappresentanti di Ipso e di un rappresentante europeo per l’IPA.

Dalla sua creazione intorno al 2002 tale Comitato IPA/IPSO, fortemente voluto da Lee Jeffe e Bob Tyson in collaborazione con l’allora esecutivo dell’IPA, ha favorito l’esponenziale aumento delle opportunità offerte ai candidati IPA, già descritte nell’introduzione.

 

IPSO ITALIA.

Essere un candidato della Società Psicoanalitica Italiana, vuol dire essere automaticamente un membro dell’IPSO.

Questo può essere molto vantaggioso, ma soltanto allorquando si abbia la voglia e il desiderio di approfittare di questa grande opportunità di apertura, arricchimento e incontro.

Oltre agli eventi e alle opportunità internazionali, in Italia, essere membro di IPSO vuol dire incontrarsi e discutere assieme. Fisicamente, come avviene nell’annuale IPSO Italian Meeting, durante il seminario nazionale di Training che si svolge a Roma, ma anche virtualmente sulla mailing list italiana, dove è possibile discutere di temi riguardanti il training, semplicemente scambiarsi informazioni su Convegni, iniziative o opportunità professionali.

Essere parte di IPSO vuol dire soprattutto essere parte di un processo creativo e di crescita, dove attraverso l’apporto di tutti è possibile migliorare la qualità della formazione e la partecipazione all’attività scientifica della Società Psicoanalitica Italiana.

Un esempio importante di questo è la recente costituzione di un network di candidati interessati a sviluppare il tema della ricerca empirica in psicoanalisi. Obiettivo del gruppo, formato a partire dalla collaborazione tra SPI e IPSO, è di  declinare sia sul versante quantitativo (ricerca di processo-esito) sia qualitativo (narrative research) anche con attenzione al campo neuro scientifico, l’idea che: mettere a disposizione ed utilizzare conoscenze e competenze di ricerca empirica all’interno della clinica psicoanalitica, può rendere ancora più fecondo l’attuale dibattito sull’utilizzo della ricerca in psicoanalisi e sul contributo della psicoanalisi alla ricerca empirica. Aspetti fondamentali per lo sviluppo futuro di questa scienza.

In Italia, vi è un rappresentante IPSO eletto in ciascuna sezione locale di training.

L’elezione avviene ogni due anni, con i vecchi rappresentanti che affiancano i nuovi, individuati tra quelli che frequentano il secondo anno di training e che entreranno in carica l’anno successivo. Questo per favorire i processi di affiancamento e progressiva introduzione nelle varie attività locali e internazionali. 

E per finire: l’IPSO SPIRIT.

Come altre associazioni a livello internazionale e locale, Ipso è animata soprattutto dal desiderio del tutto gratuito (non vi sono retribuzioni), di creare uno scambio con “l’altro da Sé”, in un gruppo di lavoro allargato con cui condividere la medesima materia, seppur a volte declinata in maniera alquanto diversa.

Essere membri IPSO significa incontrare colleghi, imparare, confrontarsi ed “esporsi”, certo, non senza naturali difficoltà: la lingua, gli imbarazzi e certo il conflittuale incontro con il talvolta “molto altro da noi” e qualche differenza che può anche sorprendere ma il più delle volte viene anche criticamente integrata nel prezioso bagaglio identitario.

Al rientro da uno dei numerosi eventi IPSO, si riprende il lavoro in compagnia di qualche nuovo interlocutore interno, un libro non tradotto, molti appunti, i ricordi, le foto delle riunioni e quant’altro.
Questo “IPSO Spirit” si concretizza in interessanti progetti di scambio, come il Visiting Candidates’ Program  o i tradizionali IPSO MEETING e Ipso Study Day. Esperienze scientifiche, culturali e anche di divertimento, come gli Ipso Party che tradizionalmente chiudono i lavori dei diversi meeting, o come le opportunità abitative offerte dai colleghi delle Società Ospitanti.

Un vero e proprio network di reciprocità e scambio, in cui l’arricchimento diventa bagaglio costitutivo dell’identità psicoanalitica del candidato in formazione. Un’esperienza imprescindibile in una chiave anche di sviluppo futuro della psicoanalisi.

 Ipso Italia 2013-2017

Francesca Viola Borgogno:

Marta Calderaro:

Paolo Di Lena:

Cristina Marogna 

Esecutivo internazionale 2013-2017

President: Debra Zatza

President Elect: Holger Himmighoffen

IPSO-President@ipso-candidates.org.uk

European Vice President

Anna Maria Hansjürgens

European Vice President Elect

Sergio Anastasia

IPSO-Europe@ipso-candidates.org.uk