La consultazione Psicoanalitica: Bambini

La solitudine, che spesso accompagna la difficoltà delle prime relazioni madre-bambino, genitori-bambino, ambiente-bambino,i problemi che attengono alla crescita e i sintomi vari che vanno dal corpo alla mente, richiedono l’apertura di uno spazio accogliente che offra una consulenza efficace di prevenzione oltre che di cura.

Il Servizio  Clinico di Consultazione per i bambini , per i loro genitori  è  rivolto alla fascia d’ètà che va dagli 0 ai 18 anni. Esso si propone di dare una risposta altamente qualificata a situazioni di disagio, di sofferenza psichica e di problemi riguardanti lo sviluppo del bambino che si presentano in questa fase cruciale del ciclo vitale, in modo particolare nei primi anni di vita. Un intervento precoce che porti alla luce, le principali emozioni, conflitti e bisogni psichici e individui la difficoltà relazionale sottostante ha, in queste fasi, un elevato potenziale preventivo.

 La consultazione psicoanalitica prevede  uno o più colloqui con i genitori, senza necessariamente e da subito  coinvolgere il bambino. Nel caso lo si ritenga necessario, il minore potrà  incontrare lo psicoanalista consultante da solo o in presenza del genitore. Nella consultazione, una volta individuata la natura del problema e del disagio, verranno proposte le forme di intervento ritenute più adeguate per affrontarlo. La consultazione , che ha già di per sé una valenza terapeutica, potrebbe mettere in evidenza  la necessità di una terapia psicoanalitica per il bambino: in questo caso il Servizio provvederà ad  un invio mirato presso un collega psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana abilitato a condurre le analisi con i bambini.

Nella cura analitica dei bambini  la seduta analitica è del tutto paragonabile a quella con un paziente adulto: con il bambino l’analista utilizzerà, oltre che la parola, anche il disegno e il gioco. Nel corso del trattamento sono previsti colloqui periodici con i genitori e sono possibili incontri con educatori ed insegnanti. La finalità del trattamento è quella di aiutare il   piccolo paziente a riconoscere i propri stati emotivi e mentali nella relazione con se stesso e con gli altri. Questa maggiore consapevolezza di sé lo aiuterà a muoversi nel mondo con maggiore sicurezza e fiducia. La ricostruzione, quando esse sono presenti, delle difficili o traumatiche vicende familiari, lo potrà aiutare, sentendosi capito e riconosciuto, a porsi come parte più attiva nella storia  familiare che lo riguarda. Il Servizio è disponibile ad offrire inoltre: ascolto, riflessione e consulenza a tutte le tutte le  figure professionali e non, che sono coinvolte  nella crescita e nello sviluppo del bambino: genitori, pediatri, insegnanti  eccetera.

Il servizio si avvale di psicoanalisti esperti nell’analisi dei bambini e degli adolescenti, membri SPI, riconosciuti anche a livello internazionale dall’International Psycoanalitical Association

Il Servizio Clinico di Consultazione per i bambini è diversamente organizzato nei vari Centri della SPI. Alcuni Servizi, come quello di Roma e di Milano, dispongono di uno spazio specifico mentre altri indicano il nome di un collega psicoanalista specializzato in adolescenti che si assume il compito di condurre la consultazione nel proprio studio privato.