8-13 Maggio 2012 ROMA Prima rassegna di psicoanalisi e cinema

Dal 08/05/2012 to 13/05/2012

Palazzo delle Esposizioni

8 – 13 maggio 2012

 

Prima rassegna di psicoanalisi e cinema

 

promossa da

Società Psicoanalitica Italiana, Centro Sperimentale di Cinematografia, Palazzo delle Esposizioni

 

Psicoanalisi e cinema hanno molto in comune: nate nello stesso periodo, hanno avuto nel secolo scorso uno sviluppo e una diffusione enormi, continuando ad influenzare, con la loro ricerca, il mondo della cultura e della scienza contemporanei. Anche se il cinema non ha intenti direttamente terapeutici, la sua capacità di stimolare e portare alla coscienza le profondità della psiche ha determinato un confronto sempre stimolante con gli psicoanalisti. I film presentano per altro modalità espressive affini a quelle dei sogni e dell’immaginario, utilizzando soprattutto il registro delle immagini, lo stesso su cui la Psicoanalisi si applica ed utilizza nella sua ricerca a fini terapeutici. Attraverso la visione di film, che indagano con grande sensibilità i risvolti dell’animo umano, e la discussione tra psicoanalisti, registi, critici e pubblico questi appuntamenti vogliono approfondire diversi aspetti della realtà, che riguardano tutti noi come individui, alle prese con le difficoltà del vivere quotidiano, dove elementi concreti, come il denaro ed il potere, s’intrecciano con altri più intimi e profondi, come i rapporti affettivi, la religiosità o il tema della colpa.

Gli incontri , con lo psicoanalista ed il regista , sono introdotti da Fabio Castriota, Presidente del Centro Psicoanalitico di Roma e da Enrico Magrelli, Conservatore della Cineteca Nazionale-Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Martedì 8 maggio, ore 20.30 : LA SCOPERTA DELL’INCONSCIO

Proiezione di I misteri di un’anima di Georg Wilhelm Pabst (1926)

Segue incontro con Lucio Russo e Enrico Magrelli

Il capolavoro muto di G.W. Pabst, proiettato nella sua versione originale, è un’opera modernissima, apparentemente didascalica, che c’introduce nei temi più propri della psicoanalisi , girato nel momento del pieno sviluppo del pensiero Freudiano, con la consulenza degli allievi del padre fondatore della nuova disciplina.

 

Mercoledì 9 maggio, ore 20.30 : I SEGNI DELLA VIOLENZA

Proiezione di Ruggine di Daniele Gaglianone (2011)

Segue incontro con Anna Nicolò e il regista

Il tema drammatico della violenza e delle sue conseguenze viene affrontato tramite la visione di un’ opera ambientata in una terra di nessuno, terreno di avventure, giochi e drammi: una periferia desolata dove un gruppo di bambini farà i conti con la distruttività e la morte , costretto a salvarsi con una reazione violenta che lascerà in ognuno di loro dei segniindelebili.

 

Giovedì 10 maggio, ore 20.30 : IL MARITO DI MIA MADRE, LA MOGLIE DI MIO PADRE

Proiezione di La bellezza del somaro di Sergio Castellitto (2010)

Segue incontro con Manuela Fraire e l’attrice Lidia Vitale

I cambiamenti della struttura familiare sono uno degli elementi psicologici e sociali della nostra realtà. Il film osserva il fenomeno in modo talvolta ironico, ma sempre attento, sia alla dimensione dei genitori , spesso insicuri e incompleti, sia a quella dei figli, svegli , esigenti e talvolta loro giudici implacabili.

 

Venerdì 11 maggio, ore 20.30  : NUOVI GENERI E IDENTITÀ SESSUALI

Proiezione di La bocca del lupo di Pietro Marcello (2009)

Segue incontro con Amalia Giuffrida e il regista

In un mondo dove i confini e l’identità sessuale sembrano perdersi in generi indefiniti, il film proiettato c’introduce in un’area perturbante, tramite uno stile caratterizzato da una dissoluzione definitiva della distinzione tra il documentario ed il cinema di finzione: un’opera breve, ma intensa e poetica.

 

 

 

Sabato 12 maggio, ore 10.30 : FILMAMI L’ANIMA: PSICOANALISTI NEL CINEMA

Proiezione di Lo schermo opaco di Paolo Boccara e Giuseppe Riefolo (documentario, 2007)

Segue tavola rotonda con Paolo Boccara e i registi Cristina Comencini e Stefano Gabrini

L’opera dei due psicoanalisti raccoglie scene indimenticabili, dove la Psicoanalisi è rappresentata nella storia cinema da diverse angolature. Il filmato è arricchito da interviste a noti psicoanalisti che sottolineano i passaggi chiave del percorso terapeutico: un’ occasione per riflettere con gli ospiti, su quali aspetti del pensiero psicoanalitico il cinema si è soffermato nel suo confronto con la disciplina freudiana.

 

 

Sabato 12 maggio, ore 17.00  : LA COLPA E LA PENA

Proiezione di La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo (2010)

Segue incontro con Giovanni Foresti e il regista

I numeri primi sono indivisibili, se non per se stessi o per uno e c’introducono al tema della solitudine, che come un muro ci può isolare quando, come nel film, a causa di un trauma, il senso di colpa condanna la coscienza. Uno dei grandi temi della ricerca psicoanalitica affrontato in un’opera toccante, tratta da un grande romanzo.

 

 

Sabato 12 maggio, ore 20.30 : IL COLORE DEI SOLDI

Proiezione di Il gioiellino di Andrea Molaioli (2011)

Segue incontro con Stefano Bolognini, Anna Ferruta e il regista

Un argomento attuale, su cui anche la Psicoanalisi s’interroga : il rapporto col potere ed il denaro , trattato in un film introspettivo dove i personaggi (sintomo ma anche espressione di una realtà antropologica, psicologica ed economica del nostro paese) soccombono inesorabilmente, risucchiati dalle dinamiche di una finanza degenerata capace d’invadere lo stesso tessuto sociale

 

 

Domenica 13 maggio, ore 10.30 : IMMAGINI, SUONI E PAROLE TRA PSICOANALISI E CINEMA

Tavola rotonda con Andrea Baldassarro, Luca Bigazzi, Theo Teardo, Alessandro Zanon, Ludovica Modugno

Il cinema e la psicoanalisi utilizzano con fini diversi i medesimi registri (parole, immagini, suono/tonalità della voce). Ne discutono con gli psicoanalisti alcuni ospiti del mondo del cinema con diverse competenze e specifiche funzioni

 

 

Domenica 13 maggio, ore 17.00 : ALL’ORIGINE DELLA RELIGIONE

Proiezione di Io sono con te di Guido Chiesa (2010)

Segue incontro con Malde Vigneri, la sceneggiatrice Nicoletta Micheli e il regista

Un tema intimo, toccante ai confini della spiritualità, che interroga la Psicoanalisi e noi tutti, trattato in un film centrato su una figura di Maria, madre del figlio Gesù, squisitamente femminile, determinata, donna in rapporto dialettico col sociale, capace di seguire il proprio istinto, esaltato dalla sua condizione materna e capace di non subire le regole codificate da una cultura rigida.

 

 

Domenica 13 maggio, ore 20.30 : LA TESTA DEGLI ADOLESCENTI

Proiezione di Scialla di Francesco Bruni (2011)

Segue incontro con Vincenzo Bonaminio e il regista

Partendo dalle riflessioni sulle vicissitudini dell’area turbolenta dell’adolescenza, una serata che muove da un film che descrive anche un incontro tra generazioni, tra la vita dei figli (gli adolescenti che con le loro teste irrompono nella famiglia) e i loro genitori, con lo spirito di chi cerca di andare oltre con serenità, nonostante i problemi del presente.

 

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

 

Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema     Ingresso : scalinata di Via Milano 9A

Per informazioni : SPI 06 8415016, Centro Sperimentale di Cinematografia 06 72294301