Bion in Marrakech. On the Border. Marrakech, 22-24 febbraio 2019

Dal 22/02/2019 to 24/02/2019

Bion in Marrakech

On the Border

Marrakech, 22-24 febbraio 2019

La quarta edizione del Seminario organizzato dall’ associazione  “Bion in Marrakech” , Chair Monica Horowitz  membro SPP e SPi, si svolgerà a Marrakech dal 22 al 24 febbraio 2019.

 

Bion in Marrakech conference 2019: IPA website text

Inspired by the work of Wilfred Bion, the Bion in Marrakech 2019 conference (22nd – 24th February 2019) will bring together French- and English-speaking analysts from different countries, creating a space to think across the borders of theoretical traditions, psychoanalytic societies and geographical areas. As with the past Bion in Marrakech conferences, it will be an opportunity to develop and discuss diverse ideas united by an engagement with Bion’s pioneering work.

 

The title of the 2019 conference, ‘On the Border’, derives from Bion’s interest in interchanges across borders and separating lines, and the ‘two-way traffic’ between the world of dreams and external reality. Bion in Marrakech has taken place every two years since its inaugural event in 2013. The conference is limited to 55-60 people, and it is hoped that all participants will attend every session, so as to build up, over the course of the weekend, a sustained dialogue through which thoughts can be developed and explored. Attendees need not be expert in Bion’s work, but simply have an interest in his ideas and a desire to engage with a range of theoretical approaches.

 

Bion’s group theory will play an important part in the conference, in that participants will be encouraged to think about, not only the stated topics of discussion, but the emotional experience of thinking and talking about ideas. On the final morning, there will be a group session for all participants, with the aim of exploring people’s states of mind at the end of the conference, and of thinking about the unconscious forces at play beneath the working groups that have been established.

 

Contributors and discussants will include: Nicola Abel-Hirsch (UK), Gohar Homayounpour (Iran), Dana Amir (Israel), Monica Horovitz (France), Julie Augoyard Meyniel (France), Mauro Manica (Italy), Leopoldo Bleger (France), Eran Rolnik (Israel), Denis Flynn (UK), Joseph Triest (Israel), Yolanda Gampel (Israel), Amira Yeret (Israel).

 

For more details, visit the Bion in Marrakech website at: bioninmarrakech.org (available in both English and French).

 

Ispirata dal lavoro di Wilfred Bion, la Conferenza Bion in Marrakech 2019 (dal 22 al 24 febbraio) riunirà analisti che parlano francese e inglese da diversi paesi, creando uno spazio per pensare attraverso i confini di tradizioni teoriche, società psicoanalitiche e aree geografiche differenti. Come per le precedenti Conferenze di Bion in Marrakech sarà un’opportunità per sviluppare e discutere idee diverse unite dal coinvolgimento con il lavoro pionieristico di Bion.

Il titolo della Conferenza 2019 è “On The Border”, e deriva dall’interesse di Bion per gli interscambi attraverso confini e linee di separazione, e per il movimento bidirezionale tra il mondo dei sogni e la realtà esterna. Bion in Marrakech si è svolto ogni due anni sin dalla sua inaugurazione nel 2013. La Conferenza è limitata a 55-60 persone,  e si spera che tutti i partecipanti siano presenti a ogni sessione così da costruire nel corso del week end un dialogo intenso attraverso il quale possono essere sviluppati ed esplorati nuovi pensieri. Non è necessario che i partecipanti siano esperti del lavoro di Bion, ma che semplicemente abbiano interesse per le sue idee e desiderino coinvolgersi in un ampio spettro di approcci teorici.

La teoria sui gruppi di Bion giocherà una parte importante nella Conferenza, nel senso che I partecipanti saranno incoraggiati a riflettere non soltanto sugli argomenti prestabiliti di discussione, ma anche sull’esperienza emotiva del pensare e del parlare delle idee. Durante la mattinata conclusiva ci sarà una sessione di gruppo per tutti I partecipanti, con lo scopo di esplorare gli stati d’animo delle persone alla fine della Conferenza e di riflettere sulle forze inconsce in gioco che si sono stabilite all’interno dei gruppi di lavoro.

Relatori e discussant: Nicola Abel-Hirsch (UK), Gohar Homayounpour (Iran), Dana Amir (Israel), Monica Horovitz (France), Julie Augoyard Meyniel (France), Mauro Manica (Italy), Leopoldo Bleger (France), Eran Rolnik (Israel), Denis Flynn (UK), Joseph Triest (Israel), Yolanda Gampel (Israel), Amira Yeret (Israel).

Per ulteriori dettagli, visitate il sito di Bion in Marrakech: bioninmarrakech.org (disponibile sia in Inglese che Francese).

 

Locandina (testo)

   A New York (1977) Wilfred R. Bion suggerì che si potesse scrivere un libro “L’interpretazione dei fatti”, in cui i fatti fossero tradotti nel linguaggio del sogno per avere un movimento bidirezionale con “L’interpretazione dei sogni” (in cui i sogni sono tradotti in fatti).

L’intenzione del Seminario Bion in Marrakech è quella di alimentare un simile movimento bidirezionale: tra diversi gruppi internazionali di analisti che parlano francese e inglese e naturalmente tra i singoli analisti e tra impostazioni scientifiche e contributi immaginativi.

 

Vedi anche :

16-19 Febbraio 2017 MARSIGLIA Bion in Marrakech

17-19 Febbraio 2017 MARSEILLE Bion in Marrakech …:Curse and Intercourse

26 febbraio 2015: Bion in Marrakesh goes to Marseille

Allegati
Bion in Marrakech - 22-24 Février 2019