La coscienza del rischio sismico, la prevenzione a livello psicosociale e l’intervento

19/02/2011

Nell’ambito degli “Incontri Istituzionali” de Il Cerchio

il 19 febbraio 2011

presso il BEST WESTERN HOTEL GLOBUS, in Viale Ippocrate 119, Roma

 

Il Dr. Marco Longo (medico-psicologo, psicoanalista e gruppoanalista, editor di psychomedia.it), docente di Psicoterapia di Gruppo della Sede di Roma della Scuola della COIRAG a partire dalla sua esperienza in psicotraumatologia e psicoemergenza, condurrà una serie di sessioni sul tema:

La coscienza del rischio sismico, la prevenzione a livello psicosociale e l’intervento di psicoemergenza in caso di catastrofe naturale
———————————————————-
Nella prima parte teorico-esplicativa della mattinata verrà spiegato brevemente:

– come si formano le faglie e i terremoti
– come possono essere localizzati e misurati con precisione
– quali sono e come si valutano le conseguenze
– qual è l’attuale coscienza del rischio sismico nella popolazione
– quali sono le credenze e le fantasie più ricorrenti e come correggerle
– perché si dimentica o si nega il pericolo
– come creare una realistica coscienza del rischio sismico
– come preparare la popolazione a prevenire e/o sostenere le conseguenze
Nella seconda parte teorico-esplicativa della mattinata verrà illustrato:

– come reagiamo psicologicamente ai terremoti, sia a livello individuale sia gruppale
– quali sono le reazioni psicologiche cosiddette “normali” (paura, ansia, rabbia, ecc)
– quali sono le reazioni “psicopatologiche” (SPTS, panico, depressione, ecc)
– quali sono le reazioni normali e patologiche a livello gruppale e psicosociale
– l’origine e il significato del trauma nella mente individuale e nelle comunità
Nella terza parte teorico-esplicativa si presenteranno le modalità di intervento della psichiatria e della psicologia dell’emergenza in situazione di catastrofe sismica, ovvero:

– come affrontare le conseguenze psicologiche individuali e gruppali dei terremoti
– come organizzare e sostenere gli individui e le comunità nelle tendopoli
– come facilitare il rapporto di collaborazione tra soccorritori e vittime
– l’uso dei piccoli, medi e grandi gruppi nell’intervento di psicoemergenza
– come accompagnare le popolazioni nella ripresa e nella ricostruzione
Nel pomeriggio si terranno invece due sessioni esperienziali di gruppo:

– la prima per favorire l’emergere delle esperienze e/o delle fantasie dei partecipanti relativamente a situazioni di terremoto o altri eventi critici o catastrofici
– la seconda per esplorare le più adeguate attività di intervento medico-psicologico nell’emergenza sismica e nella ricostruzione

————————————————————————-

La partecipazione all’evento è gratuita per tutti i Soci de “Il Cerchio-Onlus”.
Per gli ESTERNI E NON SOCI sarà richiesto un contributo simbolico di € 10.00
Per gli Specializzandi in Psicoterapia Non-Soci € 5.00