6 Aprile 2016, KLICZKOW CASTLE, A house divided against itself? Identities and Cultures in Violent Conflict

Kliczkow Castle, Polonia

6 aprile 2016

Si tratta di una Conference, un seminario esperienziale nella tradizione Tavistock che applica il metodo delle Group Relations e l’indagine psicoanalitica ai dilemmi, alle tensioni e ai rischi della società contemporanea. Dedicata al tema dei conflitti che attraversano l’Europa e il resto del mondo, dalle intolleranze etnico-religiose alla turbolenza dei mercati finanziari, la Conference è diretta da Shmuel Erlich ed organizzata da Partners in Confronting Collective Atrocities (PCCA (www.p-cca.org)

Partners in Confronting Collective Atrocities (PCCA), è stata fondata negli anni ’80 da un gruppo di psicoanalisti e psicoterapeuti ebrei e tedeschi (tra cui Rafael Moses, Shmuel Erlich, Hermann Beland, Veronika Grueneisen)allo scopo di elaborare il trauma dell’Olocausto e gli effetti distruttivi dei conflitti nazionali e internazionali, e di costruire strategie per affrontare l’eredità delle atrocità passate e presenti al servizio di una migliore comprensione reciproca tra diversi gruppi nazionali, politici, etnici e religiosi. PCCA ha svolto nel corso degli anni (a Nazareth, a Cipro e oggi in Polonia) diverse Conference per esplorare il modo in cui il passato si attualizza nel presente, nelle relazioni tra Tedeschi, Israeliani, Palestinesi e altri gruppi e, in generale, nel rapporto con l’Altro, che spesso diventa il Nemico. L’enfasi in questo evento è sull’Europa, che appare al suo interno e nel mondo intorno ad essa al centro di crescenti turbolenze, di paure e inquietudini causate dall’emergere di nuovi e vecchi pericoli: la crisi dei mercati finanziari, i conflitti etnici, le intolleranze religiose, le ondate migratorie e le spinte autonomistiche stanno generando in misura crescente odio, violenza terroristica e attacchi contro coloro che sono percepiti come “altri”, per lo più come risposta ai sentimenti di insicurezza e di minaccia all’identità. La Conference tenta di esplorare le fonti di tali sentimenti e i meccanismi che ne determinano la trasformazione in azioni violente, attraverso l’analisi delle esperienze emotive che si attivano nei partecipanti, con l’aiuto e il contributo di uno staff sperimentato.

http://p-cca.org/2016

Per ulteriori informazioni:

Mario Perini: mario.perini@ilnodogroup.it

Louisa Diana Brunner  louisadiana.brunner@gmail.com

Gaddini english

“A HOUSE DIVIDED AGAINST ITSELF? Identities and Cultures in Violent Conflict”

Kliczkow Castle, Polonia

6 aprile 2016

Europe and many parts of the world are experiencing tension, fear and unrest caused by the surfacing and eruption of new and old threats: financial uncertainty and crisis, religious and ethnic intolerance, waves of legal and illegal immigration, and minorities that claim autonomy and political recognition. This unrest has increasingly given rise to hatred, violence and attacks against those perceived as “others”. We believe that such attacks stem largely from feeling that one’s own identity and cultural safety are threatened.

This conference explores the sources for such feelings and what contributes to their violent expression in action. The approach is based on the application of Group Relations methodology, which aims to explore and understand social processes through the experience of conference participants, assisted by an experienced international staff. It is a continuation of PCCA’s work with Germans and Israelis, as well as with Palestinians and Others.

Shmuel Erlich, Conference Director