La mente adolescente e il corpo ripudiato, Anna Maria Nicolò e Irene Ruggiero (a cura di), FrancoAngeli (2016)

Dell’adolescenza il corpo è protagonista indiscusso: le trasformazioni puberali danno vita a nuove sensazioni, mutano la percezione delle distanze interpersonali, modificano la rappresentazione di sé, cimentano l’identità. Questo processo non è un percorso dall’esito scontato. Il corpo può essere vissuto come persecutorio, nemico, e perciò ripudiato. Questo ripudio non mostrerà solo l’esistenza di un profondo conflitto identitario, ma sarà anche spia e causa di un disturbato legame con l’altro. Molti gli autori che si sono cimentati sul tema, a partire da Eglé Laufer di cui possiamo leggere qui uno dei contributi più significativi: “Il corpo come oggetto interno”. Alcuni di questi lavori presenti nel testo si soffermano sull’emergenza del breakdown evolutivo, altri presentano una prospettiva neuropsicoanalitica mentre altri discutono la specificità della tecnica in questi casi. Nel volume vengono inoltre approfondite le dinamiche delle nuove patologie adolescenziali come i self-cutting, i disturbi nell’identità di genere o nella sessualità.

Anna Maria Nicolò, neuropsichiatra infantile, membro ordinario con funzione di training della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalytical Association (IPA) e esperta SPI/IPA in psicoanalisi del bambino e dell’adolescente. È stata chair del Forum dell’Adolescenza della Federazione Europea di Psicoanalisi (FEP), di cui attualmente è componente e, come rappresentante europea, membro del board dell’IPA. Già segretario scientifico del Centro di Psicoanalisi Romano, è direttrice scientifica della rivista Interazioni (FrancoAngeli). È autrice di numerosi libri e articoli pubblicati in Italia e all’estero sul lavoro psicoanalitico con adolescenti, genitori, coppie e famiglie.

Irene Ruggiero, psicologa e psicoterapeuta, psicoanalista di bambini, adulti e adolescenti, socia della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalytical Association dal 1984, è membro ordinario con funzioni di training e esperta SPI/IPA in psicoanalisi del bambino e dell’adolescente. Ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali nella SPI ed è attualmente presidente del Centro Psicoanalitico di Bologna e segretario della Commissione nazionale SPI per la psicoanalisi del bambino e dell’adolescente. Relatrice in svariati congressi della SPI, della FEP e dell’IPA, è autrice di molti lavori pubblicati sulle più accreditate riviste italiane ed internazionali e di svariati capitoli in libri collettanei.

Vedi anche:

Adolescenza

Cutting