Play: Psychoanalytic Perspectives, Survival and Human Development. Emilia Perroni ,Routledge, 2013

playRedatto e Presentato da Emilia Perroni

Il gioco e` una attivita` che riguarda solo i bambini? Come si esprime il gioco spontaneo negli adulti? Quale e` la differenza tra “gioco spontaneo” e “gioco con regole” (game)? Quale e` la funzione del gioco durante la guerra?

“Gioco: Prospettive Psicoanalitiche, Sopravvivenza e Sviluppo Umano”e` una raccolta di articoli che trattano dell’importanza del gioco nella vita dell’individuo e nella societa`. Gli articoli raccolti in questo libro sono il risultato della ricerca da parte di terapeuti israeliani di scuole psicoanalitiche diverse (Freudiane, Kleiniane, Junghiane, Winnicottiane e Self-Psychology) e di accademici israeliani di campi diversi della conoscenza e della creativita` come la letteratura, la musica, l’arte, il teatro ed il cinema.

Sebbene la psicoanalisi sia presente oramai da piu` di cento anni nella vita culturale occidentale, viene spesso percepita come metodo di ricerca che investiga istinti nascosti e considerati “negativi”, come la sessualita` e l’aggressivita`, piu` raramente viene usata per identificare elementi “positivi” come l’amore e l’empatia, ma quasi mai viene associata al gioco. Eppure il gioco occupa un posto molto importante nella vita psichica e non e` solo una attivita` specifica dei bambini. La mancanza di gioco o l’incapacita` di giocare, sia nei bambini che negli adulti, hanno sempre un’origine traumatica. Questo libro mostra l’importanza cruciale del gioco anche in relazione alla sopravvivenza in guerra e in situazioni traumatiche.

Gli articoli presentati da questa raccolta mostrano che e` impossibile immaginare l’esistenza umana e la civilizzazione senza il gioco, sia quello spontaneo che quello con regole ben definite.

“Gioco: Prospettive Psicoanalitiche, Sopravvivenza e Sviluppo Umano” offre un vasto panorama sulle varie funzioni del gioco nella vita dell’individuo e sulle sue differenti applicazioni in contesti sociali diversi. In ultima analisi il gioco viene presentato come un mezzo per la ricerca di significato e del Vero Se` nel processo di individuazione. Questo libro sara` di interesse per psicoanalisti, ricercatori, terapeuti, genitori, insegnanti, studenti e per tutti coloro che sono interessati sia al contributo della psicoanalisi contemporanea alla comprensione del gioco sia al modo in cui il gioco viene percepito in diversi campi della cultura, come arte, musica, cinema, teatro e filosofia.

Emilia Perroni e`nata a Roma e da anni vive a Gerusalemme (Israele) e pratica psicoterapie di approccio psicoanalitico sia a Gerusalemme che a Tel Aviv. E` supervisore presso la Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Universita` di Tel Aviv e dell’Universita` di Bar Ilan. E` membro della Societa` Israeliana di Psicoterapia Psicoanalitica e dell’Associazione Israeliana di Psicoterapia, membro associato dell’Istituto Israeliano di Psicologia Junghiana e collaboratrice presso l’Istituto Van Leer di Gerusalemme.