Ragazzi non pensati, René Roussillon, Mimesis Edizioni, 2016

Esperienze di cura  con gli adolescenti: un contributo  psicoanalitico

Con un contributo di René Roussillon

 Mimesis Edizioni, 2016

 

ragazzi non pensatiQUARTA DI COPERTINA

Chi sono i “ragazzi non pensati”?

Sono ragazzi che non hanno trovato nella mente degli adulti di riferimento uno spazio per essere riconosciuti e pensati.  Le loro storie rivelano una particolare qualità traumatica delle  relazioni con le figure di accudimento. Sono adolescenti che presentano deficit di mentalizzazione, tendenza a scaricare le tensioni psichiche sul corpo o attraverso agiti e un mondo oggettuale e relazionale instabile.

Gli autori sulla base di una lunga esperienza clinica e di  ricerca evidenziano – e questi sono proprio gli aspetti innovativi del libro – i principali ostacoli da rimuovere, così che  possa darsi un effettivo spazio per la cura  e  le componenti fondamentali della relazione terapeutica. La psicoanalisi, nelle sue formulazioni più evolute e recenti, è il modello teorico clinico di riferimento degli autori.  Ogni capitolo è illustrato da numerosi esempi clinici.

Il volume contiene un contributo inedito in Italia di Renè Roussillon: “Il gioco e il potenziale”. Gli autori: Daniela Alessi, Lucina Bergamaschi, Francesca Codignola, Giancarlo Galli, Ivana Longo, Angelo Moroni, Flora Piccinini, Anna Viani sono psicoterapeuti e psicoanalisti S.P.I., che da anni  si confrontano  sul metodo psicoanalitico e  la cura dell’adolescente. Il gruppo nasce nel 2008, all’interno di un più ampio movimento di interesse  del Centro Milanese di Psicoanalisi  nei confronti degli adolescenti precocemente deprivati e traumatizzati. 

Negli anni  hanno collaborato, in qualità di supervisori, formatori e clinici  con le principali  realtà  istituzionali pubbliche, private e del privato sociale, che si occupano a vario titolo di adolescenti. Numerose pubblicazioni testimoniano l’interesse e le attività svolte in questo ambito dal gruppo e dai singoli autori.