“Tra la vita e la morte. La psicoanalisi scomoda” di C. Cimino

"Tra la vita e la morte" di C. Cimino

TRA LA VITA E LA MORTE

LA PSICOANALISI SCOMODA

Autore: Cristiana Cimino

Casa editrice: Manifestolibri

Anno: 2020

Questo libro nasce dall’idea di seguire una traccia interna al pensiero di Freud, la cui comparsa riconduco all’introduzione del tema della morte e della “caducità” (con Considerazioni attuali sulla guerra e la morte, del 1915, e con il coevo Caducità) e che, attraverso alcuni testi fondamentali, procede fino ad Analisi terminabile e interminabile (1937) e, sostanzialmente, fino alla fine dell’opera e della vita di Freud. Che sia la morte vera e propria in quanto caducità della vita, o l’inestinguibile distruttività degli esseri umani, o la demoniaca insistenza a ripetere un copione sintomatico, proprio ciò che apparentemente ci fa più soffrire, o l’infrangersi della cura contro la roccia basilare, e dunque il rapporto alla castrazione e al femminile, o persino l’operazione necessaria alla strutturazione del soggetto, il tema che della morte e del negativo, in tutte le sue declinazioni, già in incubazione da tempo, dal ’15 in poi è prepotentemente e definitivamente introdotto nel pensiero freudiano. Esso costituisce il versante più spinoso del freudismo, quello che la psicoanalisi istituzionale ha occultato, basti pensare alla pulsione di morte o all’angoscia di castrazione. Credo sia necessario che la psicoanalisi riprenda la riflessione su se stessa e sul mondo che la circonda proprio da questi nodi cospicui, controversi (anche per lo stesso Freud) e attualissimi, se gli psicoanalisti vogliono dare (ma direi che sarebbero eticamente tenuti a farlo) un contributo politico agli accadimenti del proprio tempo, dentro e fuori la stanza d’analisi.

 

(Tratto dalla quarta di copertina)

 

Cristiana Cimino, psichiatra e psicoanalista di formazione freudiana e lacaniana, è full member della Società Psicoanalitica Italiana (organo dell’International Psychoanalytical Association); è stata coeditor dell’European Journal of Psychoanalysis e attualmente è membro dell’Editorial Board della rivista Vestigia. Ha scritto molti articoli su riviste specializzate e generaliste, sia italiane che straniere. Per i nostri tipi ha pubblicato Il discorso amoroso. Dall’amore della madre al godimento femminile (2015).

Vedi in Dossier Psicoanalisi e Guerre – Gennaio 2014
La guerra e la pulsione di morte, principio psicoanalitico e monito etico

 

Vedi anche: