“Vivere Sopravvivere” a cura di Alfredo Lombardozzi  

Vivere Sopravvivere                                              

A cura di: Alfredo Lombardozzi                           

Editore: Alpes 

Anno: 2018 

L’immagine che figura sulla copertina del libro ci rimanda alla capacità della cultura degli aborigeni australiani di rappresentare un mondo che riesce a trovare una sua forma di sopravvivenza nella condivisione di valori, oggetti, mitologie e relazioni. Un mondo che ha sofferto la tragedia dell’incontro inequivocabile con la ‘modernità’ e che, se pure sempre al limite della perdita del senso e del rischio dell’estinzione di una particolare forma di vita, esprime un’arte che pone come centrale la dignità nel confronto con l’alterità.

Un’idea e, allo stesso tempo, un’immagine che ci introduce al tema del volume che propone una riflessione sulle diverse forme di vita e di umanità che si manifestano attraverso la complessa interazione tra fattori psicologici, biologici e ambientali. L’intento è quello di condividere una riflessione ampia, ispirata da un’ottica interdisciplinare, a cui partecipano psicoanalisti, antropologi, filosofi e biologi, sulle declinazioni dell’esistenza sociale, di gruppo e individuale, nella contemporaneità, che risulta al confine, a volte più netto, altre al contrario labile e sfuggente, tra il vivere e il sopravvivere.

(Tratto dalla  quarta di copertina)

 

Alfredo Lombardozzi è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psychoanalitical Association (IPA); socio ordinario con funzioni di training dell’Istituto di Psicoanalisi di Gruppo (IIPG). È Segretario scientifico del Centro di Psicoanalisi Romano. Antropologo di formazione, ha lavorato presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari ed è stato docente di Antropologia psicoanalitica all’Università di Chieti e dell’Aquila. È stato direttore scientifico della rivista Koinos-Gruppo e funzione analitica. Ha pubblicato i volumi “Figure del dialogo tra antropologia e psicoanalisi” (Borla, 2006) e “L’imperfezione dell’identità: riflessioni tra psicoanalisi e antropologia” (Alpes, 2015). Ha curato i volumi: “Psicoanalisi di Gruppo con bambini e adolescenti” (Borla, 2012); “Antropologia e dinamica culturale: Studi in onore di Vittorio Lanternari” (Liguori, 2008); “Sconfinamenti, escursioni psicoantropologiche” (Mimesis, 2014).

 

Vedi anche: