Psiche

Cari colleghi,
 dopo  aver bandito un concorso per designare il nuovo direttore della Rivista “Psiche”, abbiamo ricevuto 4 progetti, articolati e documentati che abbiamo sottoposto all’esame di ua commissione appositamente costituita. I progetti sono  stati prodotti dai colleghi: Andrea Baldassarro, Nicoletta Bonanome, Giuseppe Martini e Stefania Nicasi.
La commissione, coordinata da Domenico Chianese, era costituita da 5 past president della SPI: Domenico Chianese, Fernando Riolo, Stefano Bolognini, Antonino Ferro, Fausto Petrella,  e due ex direttori: Lorena Preta, Mario Rossi Monti.

A conclusione del mandato, il presidente Chianese mi ha fatto avere la seguente mail:
La Commissione sottolinea come i quattro progetti dei proponenti siano tutti di un buon livello e di una buona articolazione sia nei contenuti che nelle formule organizzative.
E’ necessario comunque nella valutazione tenere presenti alcune considerazioni che riguardano il momento culturale sia del Paese che della SPI.
Se questo da una parte indurrebbe a sottolineare gli aspetti di impegno nel sociale che la nuova Psiche dovrebbe perseguire, dall’altra porterebbe in luce il bisogno di caratterizzare con forza il discorso psicoanalitico rispetto al resto della cultura sottolineandone le caratteristiche peculiari.
Questo intento passa sicuramente per una definizione precisa dell’interlocutore esterno ma anche per un’attenzione alle diversificate e complesse espressioni della cultura psicoanalitica della SPI.
A questo proposito è indubbio che la Psiche diretta negli ultimi cinque anni e mezzo da Maurizio Balsamo abbia avuto come riferimenti interlocutori di alte competenze e abbia portato avanti un discorso culturale molto incisivo e approfondito, ma sembra anche alla Commissione che il momento sociopolitico della Società richieda un cambiamento che pur non rinnegando una continuità di intenti, possa esplorare nuove forme di comunicazione e di collegamento con l’esterno, individuando nuove tematiche e nuove formule organizzative.
Ognuno dei programmi considerati e ciascun candidato alla direzione rappresentano a modo loro un versante, a volte anche estremizzato, di questa esigenza. Ci è sembrato quindi necessario individuare tra le proposte quella che più si prestasse a raccogliere questo bisogno in maniera originale soprattutto riguardo alla formula organizzativa.
In questo senso la proposta di Stefania Nicasi sembra quella più aperta a questa sperimentazione pur facendo costantemente riferimento alle esperienze passate della Rivista.
Interessante è sembrata l’idea di riprendere il discorso della pubblicazione online, attraverso l’ipotesi di affiancare alla rivista cartacea un Magazine on line che permetta un’interlocuzione diretta con ambiti esterni alla SPI soprattutto giovanili e che possa avere una funzione propulsiva che attivi ambienti culturali e sociali diversi facendoli diventare protagonisti del discorso e assicurando una fruizione degli articoli più semplice e immediata.
Per quanto riguarda le raccomandazioni dell’Esecutivo sui criteri di scelta e di formazione della redazione, la Commissione ritiene questi debbano essere elaborati e vagliati con il nuovo direttore e possibilmente con la vecchia redazione che forse potrebbe ritenersi disponibile in parte ad un proseguimento del lavoro.
La commissione ritiene che i progetti presentati dai colleghi possano essere pubblicati e diffusi ma soltanto se tutti i proponenti sono d’accordo.

Siamo disponibile in qualsiasi momento a una discussione con L’Esecutivo sulla proposta fatta .
Augurando a tutti buon lavoro
Le firme:
Domenico Chianese, Lorena Preta, Mario Rossi Monti, Fernando Riolo, Stefano Bolognini, Fausto Petrella, Antonino Ferro.
L’esecutivo prende atto con rammarico del rifiuto, di alcuni dei colleghi che hanno partecipato al bando, di pubblicare il loro progetto e si attiene alla loro richiesta.
A seguito del giudizio della commissione, l’esecutivo ratifica la nomina della dottoressa Stefania Nicasi  alla direzione della Rivista Psiche a partire dal giugno 2019.
La dottoressa Nicasi è invitata,  da questo momento fino a giugno, a coadiuvare il dottor Balsamo nella pubblicazione dell’ultimo numero della rivista a lui affidata e quindi subentrare in tale direzione.
Auguriamo alla nuova direttrice un proficuo lavoro sia nell’organizzazione della nuova redazione che nella direzione dei numeri successivi.
A nome dell’esecutivo,
vi invio un caro saluto
Anna Nicolò
Presidente SPI