Panksepp J. & Solms M. (2012). Special Issue: Cognition in Neuropsychiatric Disorders. What is neuropsychoanalysis? Clinically relevant studies of the minded brain. Trends in Cognitive Sciences, 16 (1): 6-8.

 Panksepp J. & Solms M. (2012). Special Issue: Cognition in Neuropsychiatric Disorders. What is neuropsychoanalysis? Clinically relevant studies of the minded brain. Trends in Cognitive Sciences, 16 (1): 6-8.

 

Scopo della neuropsicoanalisi è comprendere la mente umana nel suo aspetto di esperienza in prima persona, utilizzando in pari misura le conoscenza sulla mente e quelle sul cervello: non si possono comprendere i comportamenti complessi senza fare riferimento alle reti neurali che mediano gli eventi mentali di cui si ha esperienza soggettiva.

La neuropsicoanalisi si oppone al riduzionismo che spesso prevale nelle neuroscienze e nella psichiatria biologica. E’ emersa come disciplina negli anni ’90 come risposta al bisogno di integrare le conoscenze e le prospettive della psicoanalisi e delle neuroscienze, con lo scopo di produrre una migliore comprensione delle basi emozionali dei disturbi psichici e, conseguentemente, di promuovere una migliore nosologia e una migliore pratica terapeutica.

Scarica l’articolo (file in .pdf dal sito web di Research Gate)