Dibattito su: “la funzione paterna ieri e oggi: analogie e differenze” a cura di G. Bambini

dibattito sul_padrea cura di Giorgio Bambini:

Selciato pericoloso.
Ma quest’anno affronto il ghiaccio
Col bastone di mio padre

Séamus Heaney

Dopo un lungo periodo di focalizzazione dell’attenzione su tutto ciò che ruota attorno al materno, da qualche tempo si assiste a un ritorno del paterno, soprattutto nel senso di ricorrenti appelli alla mancanza, all’assenza o all’eclisse del padre. Il principio paterno occupa nel pensiero freudiano e postfreudiano un ruolo importante sia in senso filogenetico-sociale (l’uccisione del padre primitivo a fondamento dell’ordine religioso e sociale) sia in senso ontogenetico-psicologico (il padre come fondamento della funzione simbolizzante e, attraverso l’Edipo, della norma, della Legge). Se la seconda dimensione continua a essere oggetto di un sostanziale consenso, la prima sembra andare incontro a una profonda opera di revisione, suscitando vivaci contrapposizioni. Da più parti il paterno ci interroga: dal XVI Congresso Nazionale della SPI dedicato a “Realtà psichica e regole sociali” (Roma, maggio 2012), al 73esimo Congresso degli Psicoanalisti di Lingua Francese dedicato a “Le paternel” (Parigi, maggio 2013), ai media che stanno dedicando ampio spazio al tema, a una serie di interventi  suscitati nella scorsa primavera dai contributi di Massimo Recalcati relativi alla “evaporazione del padre”.
Due relazioni aprono il dibattito: “La funzione paterna: fattori intrapsichici, relazionali e sociali” di Giovanni Foresti e “ La funzione paterna” di Olga Pozzi.

Riflessioni sul saggio “La funzione paterna: fattori intrapsichici, relazionali e sociali” di Giovanni Foresti. – (English Version)

Funzione paterna – Olga Pozzi

The Paternal Function – Olga Pozzi

SCARICA IL DOCUMENTO COMPLETO DEL DIBATTITO CON I VARI CONTRIBUTI ALLA DISCUSSIONE