AGGIORNAMENTO 2014 SULLA PARTECIPAZIONE DEI SOCI SPI AI COMMITEE DELL’ IPA

Membri italiani dei Committee dell’IPA

Anna Maria Nicolò

Board of Representative:Anna Maria Nicolò fa parte del Board of Representative in quanto eletta dai Soci IPA. Oltre a ciò partecipa al gruppo di coordinamento del Dibattito sulle Nuove Famiglie della Sezione Dibattiti dell’IPA website, in cui si occupa di “adozioni internazionali, famiglie e migrazione”.

Paolo Fonda
Gabriele Pasquali
International New Groups Committee. (ING) Subcommittee for Europe- Co-Chair
Paolo Fonda (Chair) e Gabriele Pasquali (Member) partecipano al Comitato che coordina l’attività degli Sponsoring e dei Liaison Committee che guidano e poi affiancano e assistono i nuovi gruppi nel loro percorso da Study Group a Provisional Society fino a Component Society dell’IPA . 
Il compito del ING Committee consiste nell’organizzare, secondo le regole dell’IPA, l’attività degli Study Groups, formati da persone interessate all’analisi. All’ING Committee spetta individuare i problemi degli Study Groups, affrontarli e trovare una soluzione: ad esempio, aiuta gli Study Groups ad adottare un programma di Training conforme con le norme stabilite dall’IPA o aiutarli ad appianare i conflitti tra i membri.
Quando uno Study Group si è consolidato, è cura del ING Committee nominare uno Sponsoring Committee che lo segua da vicino, lo aiuti a risolvere le difficoltà che via via emergono e informi il Committee sui progressi del gruppo. Il Committee valuta la situazione sulla base dei rapporti dello Sponsoring Committee e dà indicazioni. L’ING Committee esamina le domande degli Study Groups di essere “promossi” a Provisional Societies e, successivamente, a Component Societies, ed esprime il proprio parere. Un altro suo compito è quello di nominare un Site Visit Committee che “fa visita” ad una determinata Società, o a uno Study Group, quando si sono create situazioni particolarmente serie: ad esempio quando l’organizzazione di un certo numero di Soci in un proprio gruppo all’interno della Società porta ad deterioramento del clima tra i Soci da rischiare la scissione della Società.

Paolo Fonda
E’ direttore dell’Han Groen Prakken Psychoanalytic Institute for Easern Europe-direttore PIEE, l’Istituito frutto della collaborazione dell’IPA con la FEP che organizza il training per i paesi dell’Est Europa dove non ci sono ancora Società con propri istituti di training o Study Group.
E’ membro dell’Allied Centre commitee.

Ronny Jaffè
Ethics Committee
La Commissione etica dell’IPA, prosegue il suo lavoro di osservazione e di analisi delle segnalazioni che arrivano su violazioni al codice etico dell’IPA. Dopo questo lavoro di studio e di osservazione il gruppo, coordinato dal Dott. Giuseppe Scariati (Svizzera), discute sull’opportunità di costituire una Site Visit Committee che indaghi nella società in cui si presume sia avvenuta la violazione.
Si è recentemente tenuta un importante riunione per mettere le basi ad una revisione e ad un ampliamento delle norme del codice etico anche alla luce della nascita di nuovi Study groups e di nuove Provisional Societies che talvolta non hanno ancora avuto il tempo di costituire un proprio codice etico e che afferiscono direttamente a quello dell’IPA.

Paola Golinelli
Liason commitee Croatian psichoanalytic Society
Psychoanalysis and culture commitee
Lo Study Group Croato è diventato Provisional Society, decaduto lo Sponsoring Committee dello Study Group Paola Golinelli era Chair, ha ora la carica di chair del Liaison Committee della neonata Provisional Society Croata.
Paola Golinelli è stata inoltre riconfermata come membro dello Psychoanalysis and Culture Committee, che ancora non ha iniziato a riunirsi in attesa delle decisioni IPA riguardo al suo Chair e all’eventuale accorpamento del Committee ad altri Committee IPA.

Franco Borgogno
Psychoanalysius and University committee
Il Comitato è in ristrutturazione, il Board IPA non ha ancora approvato i progetti per il 2014. Gli obiettivi del Committee non sono quindi al momento definiti

Francesco Castellet y Ballarà
iPA IPSO Relation Commitee
La commissione e’ composta:
dalla parte dell’IPSO: dal Presidente in carica (Debra Zazt, USA), dal President elect (Holger Himminghoffer, CH), dal Tesoriere e dall’ Editor del website e del Journal.
dalla parte IPA: dal Presidente Luisa Marino ora membro della BPS, da un membro del Board (Maureen Murphy, USA) e dai rappresentati delle tre regioni IPA.
In questi anni il rapporto tra queste due organizzazioni indipendenti si è fatto sempre più intenso promuovendo e riflettendo un più generale cambiamento di atteggiamento verso apertura e condivisione tra candidati in training e membri IPA. Uno dei più importanti scopi della Commissione è la promozione del pensiero e della pratica psicoanalitica ad un livello internazionale per i candidati delle Società afferenti all’IPA. Questo obiettivo viene raggiunto attraverso la cooperazione tra le due organizzazioni, con la chiara consapevolezza che una precoce e attenta “internazionalizzazione” del candidato sia una garanzia di sviluppo e crescita per la Psicoanalisi intesa come una disciplina scientifica sempre più multiculturale e multilinguistica.
Oltre ad aver oramai sufficientemente stabilizzato le procedure, che sono sempre in progress, di collaborazione organizzativa dei congressi internazionali congiunti, la Commissione si occupa della promozione della presenza di candidati nelle commissioni IPA, della organizzazione e gestione del Tyson Prize riservato a lavori cinico teorici dei candidati in occasione dei congressi IPA, di un programma di scambio di visite tra candidati di Istituti in differenti regioni IPA, che è un modo molto efficace di promuovere lo scambio di culture psicoanalitiche durante gli anni di formazione.
In occasione dell’ultimo congresso di Praga, la commissione ha presentato e promosso un gruppo di discussione, presieduto da Castellet y Ballarà, sulle difficoltà del training dal punto di vista dei candidati.
Questo Small Discussion Group ha avuto un ottimo riscontro di partecipazione con interventi di analisti di training e candidati da tutte le regioni IPA e ha dato ulteriore spinta per la progettazione di una ricerca, frutto dello sforzo congiunto delle due organizzazioni sul campo, per fornire dati sulle attuali difficoltà di intraprendere e terminare il training.
Il comitato conta di presentare questa ricerca a Boston 2015.

Giovanni Foresti
Psychoanalysis and the Mental Health Field.
Il comitato ha avuto qualche difficoltà di definizione dell’assetto e in questo momento ancora non si conosce quale sarà la composizione del gruppo di lavoro.


Federico Flegenheimer
Chair del Liaison Committee della MPS, Moscow Psychoanalytical Society (Provisional Society) che potrebbe diventare Component Society il prossimo anno.


Paola Freer

Candidates Loan Panel
E’ una commissione di 7 membri (appartenenti all’area est/ovesteuropea e nord/sudamericana), di cui uno con funzione di coordinatore. Il CLP si pone come obiettivi:
. pubblicizzare quanto più possibile, e nei modi che meglio ritiene, la disponibilità di fondi per i candidati analisti che afferiscono all’IPA, precisandone l’entità, la scadenza per le domande, la procedura di assegnazione e di restituzione del prestito;
. selezionare tramite questionari le domande di prestiti, sulla base delle difficoltà economiche dei candidati che abbiano iniziato il primo caso di training, utilizzando i fondi disponibili a una certa scadenza annuale prestabilita;
. assicurarsi che coloro che fanno donazioni siano informati circa la destinazione dei fondi (mantenendo tuttavia segreta l’identità di coloro che ne beneficiano);
. assicurare la maggiore riservatezza possibile circa l’identità di coloro che ricevono il prestito;
. incoraggiare i soci a fare donazioni;
. di proporre ogni anno un miglioramento nelle modalità di assegnazione dei prestiti, sulla base dell’esperienza maturata e sottoponendo i cambiamenti ad approvazione da parte del Comitato Esecutivo.
Ogni anno il comitato esamina le richieste di prestiti, che provengono in massima parte dall’Europa occidentalee orientale e dall’America del Nord e del Sud, e si riunisce periodicamente con incontri via Skype per consultarsi e discutere le eventuali discrepanze sulle valutazioni delle singole situazioni e migliorare i criteri di selezione.


Romolo Petrini
(Chair)
Mariagrazia Vassallo (European Member)
IPA Website Editorial Board
Ad Agosto 2013, con l’avvio della nuova amministrazione, è stato sciolto il precedente IPA Website Editorial Board ed è stata costituita per il sito IPA una Task Force di 9 Membri.
La Task Force, chaired da Romolo Petrini, è costituita da 3 Membri Europei, 3 Membri Latino Americani, e attualmente da solo 2 Membri Nord Americani.
Il suo compito è di rilanciare e rivitalizzare il sito e ha già messo a punto e sta intensamente lavorando su una serie di importanti iniziative già partite o in via di attivazione, per arricchire il sito di informazioni, forum, dibattiti, contenuti forniti da tutti i membri e Società IPA, Provisional Societies e Study Groups, Committees etc.
MariaGrazia Vassallo ha in particolare curato l’organizzazione del video del Presidente Stefano Bolognini, con i saluti per il Nuovo Anno nella 4 quattro lingue ufficiali IPA .
Sul sito compare inoltre la trascrizione del discorso in più di 17 lingue e in quasi altrettante il discorso inaugurale di Praga di Bolognini e Billinghurst e la Storia dell’IPA. Un obiettivo che WTF si è posto è quello di far sì che il sito venga sentito da tutti i membri IPA come una casa comune, in cui afferiscono individui, Società, pensieri diversi che tuttavia si riconoscono in una appartenenza comune. Per questo è parso simbolicamente significativo dare visibilità alle molteplici comunità linguistiche di cui è composta l’IPA. Con questo obiettivo e partito un progetto per creare un team di traduttori volontari, composto da colleghi appartenenti a numerose Società IPA, che a titolo gratuito si rendono disponibili a tradurre nella loro lingua contenuti prevalentemente in inglese. Cristina Saottini coordina questo team.

Diana Norsa
Member del Family and Couple Working Group
La commissione si è formalmente riunita per la prima volta al Congesso IPA di Cicago nel 2009. Fino a quel momento vari temi relativi alla specificità dell’approccio psicoanalitico alla coppia e alla famiglia erano stati affrontati attraverso scambio di e-mails fra i membri della commissione, tutti analisti esperti di psicoanalisi di coppia e famiglia, intorno alle differenti posizioni teoriche riguardo a temi quali relazione d’oggetto, inconscio condiviso, identificazione proiettiva incrociata, il legame (link) di coppia, psicopatologia della relazione coniugale o parentale ecc.
Al Congresso di Città del Messico 2011 e al Congresso di Praga 2013 la Commissione ha organizzato un Pre Congress che si è svolto in tre mezze giornate. In ciascuna sessione è stato presentato un lavoro clinico seguito da una discussione. Ciascun lavoro è stato ampiamente discusso dal gruppo dei partecipanti, circa una trentina di colleghi analisti, per lo più persone che praticano la psicoanalisi di coppia e famiglia. C’è stata, entrambe le volte, una grande soddisfazione da parte di tutti di poter scambiare esperienze cliniche con altri colleghi analisti.
Anche al prossimo Congresso di Boston si prevede di attivare lo stesso schema.
In Febbraio 2013 a Washington si è tenuto un incontro fra psicoanalisti e psicoterapeuti a formazione analitica presso l’ International Psychotherapy Institute diretto da David Scharff in cui si è discusso, sempre sulla base di presentazione di lavori clinici, delle indicazioni di trattamento analitico di coppia e famiglia: criteri diagnostici, previsione di trattabilità, scelta del setting fra individuale, di coppia o di famiglia.

Laura Ravaioli
Member of the IPA Image Task Force
Member of the Public Communication Committee

Image Task Force
costituita da membri delle tre regioni IPA ed istituita per approfondire il problema dell’immagine della psicoanalisi a partire dalla percezione di essa nel mondo moderno, dai simboli scelti, dai pregiudizi o dagli stereotipi su teoria e trattamento. Il suo scopo è l’elaborazione di indicazioni e suggerimenti alle Committee permanenti dell’IPA per un progetto di rilancio dell’immagine della psicoanalisi nel mondo.

Public Communication Committee
costituita da membri delle tre regioni IPA. Si occupa della comunicazione con i membri non-IPA, attraverso diversi strumenti comunicativi tra cui pubblicazioni, pubblicità, televisione e gli altri social-media. Lavora in collaborazione con il Web Editorial Board e con altre IPA committees per raggiungere i gruppi target (in particolare professionisti della salute mentale e giovani).

Emanuela Quagliata
COCAP – Child and Adolescent Psychoanalysis Committee.
Composto da un Chair, Kerry Novick, tre Co-Chair, uno per ognuna delle tre regioni IPA, e da 15 membri.
Sintetizzando gli scopi principali del COCAP sono:
.Promuovere la conoscenza della psicoanalisi per bambini e adolescenti all’interno e oltre la nostra organizzazione professionale. Per fare questo il comitato produce e raccoglie materiale per dimostrare il valore della conoscenza psicoanalitica (video, blogs, articoli, ricerca).
.Fare uso il più possibile del sito IPA per accedere e diffondere questo materiale.
.Fare delle proposte riguardo ai programmi delle conferenze IPA e regionali.
Ha anche l’incarico di conservare l’identità degli psicoanalisti per bambini e adolescenti, collaborando con i comitati etici dell’IPA, attraverso la condivisione scientifica e i rapporti tra le regioni, la condivisione dei programmi di formazione. Inoltre l’IPA ha, come sappiamo, accettato su proposta del COCAP e dopo un lungo lavoro di proporre alle Società IPA la possibilità di procedere a un training integrato.
Intende anche aumentare la partecipazione dei colleghi attraverso la divulgazione dei programmi e del materiale o promuovendo ‘working parties’ e gruppi sulla psicoanalisi per bambini e adolescenti.
Sostenere i bisogni dei bambini, adolescenti e famiglie attraverso la raccolta di informazioni su temi sociali in tutto il mondo.
Raccogliere informazioni riguardo alle attività ‘outreach’ di analisti per bambini e programmi rivolti ai bambini in aree meno servite del mondo in modo da creare un registro centralizzato per i membri e per il pubblico.