Gabriele Pasquali

membro dell’International New Groups Committee per l’Europa

Sono Membro dell’International New Groups Committee per la “European Region”  dal 2009.  La “European Region” comprende l’Europa Occidentale, l’Europa dell’Est, la Russia, il Medio Oriente, il Nord Africa e il Sud Africa.                                                                                                                            Forse non tutti conoscono le molteplici fasi del lungo percorso che un gruppo di Analisti deve affrontare quando aspira a formare una nuova Società riconosciuta dall’IPA. Seguire questa lunga procedura fa parte del mio lavoro, provo a descriverla.

Il compito dei tre Membri del Committee consiste nell’esaminare le domande di gruppi di Analisti della “Regione Europea” di ottenere lo “status” di Study Group, di Provisional Society, di Component Society dell’IPA.  L”European Region” comprende l’Europa Occidentale, l’Europa dell’Est, la Russia, il Medio Oriente, il Nord Africa, il Sud Africa.

Il Committee, esaminata e discussa la documentazione relativa al progetto di accedere allo status di Study Group, invia alla Chair (Presidente) di tutti i Committees per l’Europa, un rapporto in cui fa osservazioni, suggerisce anche modifiche, richiede delucidazioni, solleva dubbi… Dunque inizia uno scambio di idee, di opinioni tra la Chair e il Committee. Se tutto procede bene, la domanda viene accolta, il gruppo viene riconosciuto come Study Group e l’IPA nomina lo Sponsoring Committee (SC) per aiutare lo Study Goup ad organizzarsi.

Lo SC “fa visita” allo Study Group almeno due volte all’anno, e ogni volta invia un rapporto alla Chair e al Committee. Il Committee esamina, discute il rapporto e invia alla Chair le proprie osservazioni.

L’IPA richiede anche un “terzo occhio”: nomina un Site Visit Committee (SV). Il Sv ha colloqui con i Membri dello Study Group, partecipa alle riunioni scientifiche e amministrative…  valuta la capacità dei membri di lavorare in gruppo e di assolvere agli impegni organizzativi, d’insegnamento e clinici del gruppo. I rapporti del SV sono inviati alla Chair e al Committee. Quando SC e SV concordano sulla capacità dello Study Group di lavorare in gruppo sia per l’organizzazione amministrativa che per l’insegnamento e il confronto clinico, il Committee suggerisce alla Chair che lo Study Group venga proposto per lo status di Provisional Society.

La stessa procedura che porta dalla domanda di riconoscimento dello Study Group allo status di Study Group, si ripete per i passaggi a Provisional Society e poi a Component Society. E’ un percorso lungo, richiede parecchio tempo.

Il lavoro del Committee, contrariamente a quanto può sembrare, non è burocratico. La discussione, lo scambio di idee, il confronto tra i Membri del Committee, tra i Membri del Committee e la Chair, è stimolante, amplia l’orizzonte, permette di conoscerci. E per certi versi si vengono a “conoscere” anche i Membri degli Study Groups, delle Provisional e delle Component Societies… Incontrarsi a un Congresso o a un Convegno, a volte capita, è emozionante: dall’essere dei compagni virtuali di intenso lavoro e di discussioni talora accese, diventano persone con un volto, vere, reali.