CVP – La “nuova” isteria 3/10/2020 Videoconferenza

CVP - La "nuova" isteria, 03/10/20

03/10/2020

Centro Veneto di Psicoanalisi
La “nuova” isteria
03/10/2020
RES-videoconferenza

Nella letteratura psichiatrica e psicoanalitica a proposito dell’isteria si ripetono due fenomeni, spesso non osservati, spiegati e teorizzati: la mutabilità della isteria e la variabilità del suo apprezzamento, a volte confinante con il disprezzo altre volte con  l’esasperazione. Ne risentono la spiegazione psicopatologica e la comprensione clinica.
Ma e soprattutto ne risentono le persone affette da isteria, talora confinate in aree psicopatologiche improprie. E’ accaduto con Charcot, che aveva materialmente confinato isterici ed epilettici nello stesso spazio fisico alla Salpetrière ma accade anche oggi, ad un altro livello, quando l’isteria viene confinata nell’area delle sindromi di confine, borderline, o quando, come accade tipicamente nel DSM-5, le si nega uno spazio proprio. Possiamo permetterci allora di ripensare la situazione isterica per come si svela nella situazione clinica? E’ questo il tentativo che la psicoanalisi fa di quando in quando e che anche questa volta si cercherà di fare. La “nuova” isteria non può essere allora anche conseguente alla possibilità di viverla e conviverla – anche transferalmente e controtrasferalmente – riconoscendone la specificità?

Per saperne di più

Vedi anche:

Allegati
Locandina