8-11 novembre 2015 PISA Internet Festival 2015

Il buio oltre la Rete
L’era di un nuovo inconscio?
Cosa c’è oltre la Rete? Nella pre-potente commistione tra reale e virtuale, i big-data forniscono appigli per una comprensione complessa. La psicoanalisi oggi ipotizza e defi nisce possibili scenari futuri per il soggetto, la mente individuale e collettiva nel rapporto con la Rete.
Marta Capuano, Sarantis Thanopulos, Gemma Zontini

Il titolo parafrasa il famoso libro e film “il buio oltre la siepe”che al di là del contenuto allude a qualcosa di sconosciuto, perturbante, ma a cui comunque siamo molto vicini  Cosa c’è oltre la rete? E’possibile immaginare un mondo virtuale dove le nostre comunicazioni vagano illimitatamente nel cyber-spazio? Cosa  rimane, per il soggetto e la comunità globale, di tutte queste informazioni, immagini, pensieri,rumori e brusii di sottofondo,  che vagano ininterrottamente nelle reti sociali che produciamo e ci riguardano? Cosa rimane di questa commistione pre-potente  tra reale e virtuale, ormai indistinguibili? Come dice il padre del Web Tim Berners-lee “Internet è una rivoluzione sociale e non tecnologica”.

L’invasione dei big-data, la loro trasparenza, sfruttate già dal business, dalla medicina ecc, sembra che ci conducano ad un nuovo approccio della nostra  realtà interna ed esterna, con una dispersione liquefazione o se volete globalizzazione della nostra intimità.

Scarica la locandina

In Report/materiali

Polimorfismi sessuali: pensavo che fosse amore invece era la rete, di T. Lorito

(Terza edizione Internet Festival, 2014)

Psychoanalisis  and the Web, a cura di L.Ravaioli (EPF Stoccolma 2015)

In recensioni libri:

Psicoanalisi, identità e internet. Esplorazioni nel cyberspace (A.Marzi, 2013), a cura di G.Hautmann

In Cinema/Recensioni:

The Social Network (di David Fincher, 2014), a cura di Gabriella Vandi

Her (di Spike Honze, 2013), a cura di Cinzia Carnevali e Paola Masoni

In SpiPedia:

Dipendenza da internet IAD a cura di Andrea Marzi e Guido Saltamerenda