La Cura

La famiglia psicotica. Anna Maria Nicolò

8/04/22
4th COFAP Inter-regional Seminar: The Psychotic Family 06/05/2022

La famiglia psicotica

Anna Maria Nicolò

Per lavorare  con le coppie e le famiglie dobbiamo spostare il focus nell’intersezione tra l’intrapsichico e l’interpersonale, tra ciò che  si  vede nel mondo interno e ciò che si costruisce nel legame con l’altro.  Anche per leggere il mondo interno di un soggetto non possiamo più considerare solo le proiezioni del soggetto, ma dobbiamo guardare alla risposta degli altri che ricevono tali proiezioni e ai cambiamenti causati da tali risposte. Esse  hanno una genesi multifattoriale  costituita da  una fragilità biologica, una fragilità narcisistica di base, traumi pregressi che hanno caratterizzato i primi rapporti tra il bambino e il care taker, traumi scatenanti attuali e un funzionamento fantasmatico della famiglia. In queste situazioni l’oggetto esterno pesa sul processo di soggettivazione del bambino, e poi dell’adolescente, sulla costruzione della sua identità. Garcia Badaracco (1986) ha usato l’espressione di oggetto  che fa impazzire .  Esistono poi  meccanismi di difesa individuali e difese inter e transpersonali, mediante le quali ci si difende dal dolore mentale  traslocandolo  o spostandolo in un altro.  In queste famiglie  il paziente funziona come  il depositario (Bleger, 1967) o il portavoce (Kaës, 2007) dei conflitti negati e rifiutati dal altri membri della famiglia. Un caso clinico mostrerà la sorprendente coincidenza di contenuti inconsci nel sogno di un paziente e  quelli di un membro della famiglia. Questi casi  ci pongono la domanda se un’area extraterritoriale dell’inconscio esista e si trovi nell’altro, nella famiglia o nella coppia genitoriale.

Chi ha letto questo articolo ha anche letto…

La SPI e la Psicoanalisi di coppia e famiglia. G. Trapanese e M. Siragusa

Leggi tutto

La consultazione Psicoanalitica: Coppia

Leggi tutto