La Ricerca

Prendersi cura – Adamo Vergine, Pia De Silvestris, FrancoAngeli, Milano 2013

8/11/12

prendersi curaFRESCHI“Abbiamo dato a questo lavoro il titolo Prendersi cura per richiamare subito la consapevolezza di responsabilità che si assume uno psicoanalista quando accetta un paziente, ma anche per riferirci a tutte quelle forme di “prendersi cura” volontarie, professionalizzate o non (dalle madri ai maestri, ai medici e infermieri, alle assistenti sociali e alle pedagogiste o alle baby sitter). Ci rivolgiamo dunque a tutte quelle persone che lavorano anche attraverso lo strumento di una relazione psicologica, per la quale non sono sufficienti soltanto le buone intenzioni, ma è necessario averne una maggior comprensione al fine di produrre il bene che si cerca di raggiungere.

Guarda la copertina di Prendersi cura 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha anche letto…

"Una stanza tutta per me" A cura di G. Pellizzari e A. A. Moroni

Leggi tutto

"El pesebre de los locos" di C. Schinaia

Leggi tutto