Psicoanalisi a Pordenonelegge

SIGMUND FREUD, 70 + 1 ANNO DALLA MORTE: LIBERE DAI DIRITTI LE OPERE DEL PADRE DELLA PSICOANALISI.

NELL’ANNO DELLA SCADENZA DEI DIRITTI SULL’OPERA DI FREUD, PORDENONELEGGE.IT PROPONE UN PERCORSO FRA PSICOANALISI E CULTURA, CURATO DAL CRITICO LETTERARIO ENZO GOLINO: TRE INCONTRI PER FARE IL PUNTO SULLO STATO DELL’ARTE INTORNO ALLA PSICOANALISI OGGI, E SULLA CORSA EDITORIALE AL ‘FREUD PER TUTTI’. PROTAGONISTI DEGLI INCONTRI: ANTONIO ALBERTO SEMI, GILBERTO CORBELLINI, ANNA OLIVERIO FERRARIS, RENATA COLORNI, ERNESTO FRANCO, RENZO GUIDIERI, CESARE VIVIANI, MARIO LAVAGETTO, CITTO MASELLI

A PORDENONELEGGE.IT ANCHE ESTHER FREUD, NIPOTE DI SIGMUND E FIGLIA DEL PITTORE LUCIAN FREUD: PRESENTERA’ L’ULTIMO ROMANZO “INNAMORAMENTI” (VOLAND)

 

esther_freud.jpg

  Ester Freud

 

 

COMUNICATO STAMPA

PORDENONE – Il 4 novembre 1899 veniva pubblicato L’interpretazione dei sogni, il testo di Sigmund Freud tuttora considerato come il vero manifesto della psicoanalisi. L’autore scomparve quarant’anni più tardi, il 23 settembre 1939 e altri settant’anni dopo (a partire dal primo gennaio 2010) sono ufficialmente scaduti i diritti esclusivi sulla pubblicazione dell’opera di Sigmund Freud, edita in Italia da Bollati Boringhieri. La ricorrenza si è riverberata in uno snodo cruciale per la diffusione dei testi fondanti della psicoanalisi, che saranno adesso fruibili sul mercato con nuove traduzioni e nuove introduzioni. “Freud per tutti”, insomma, e soprattutto Freud alla portata delle case editrici più svariate che potranno moltiplicare i progetti intorno ai testi cardine e all’opera del grande psicoanalista.

Una novità così significativa per la scena editoriale internazionale, e al tempo stesso per i lettori tutti, non poteva sfuggire all’11^ edizione di pordenonelegge.it, la Festa del Libro con gli Autori in programma quest’anno da mercoledì 15 a domenica 19 settembre, come sempre a cura di Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet.

Il critico letterario e giornalista Enzo Golino, che da molte edizioni collabora col festival individuando percorsi di indagine e approfondimento intorno alle attualità più interessanti fra letteratura ed editoria, ha siglato quest’anno un percorso di tre incontri dedicato – nell’anno della scadenza dei diritti sulle opere di Freud – alla disamina delle conseguenze che l’evento ha determinato finora, e che produrrà nel tempo sul mercato editoriale, così come rispetto al ruolo della psicoanalisi e a una sua possibile ridefinizione in rapporto a sollecitazioni legate agli studi scientifici e biologici del nostro tempo.

Numerosi gli esperti chiamati a confrontarsi, a pordenonelegge.it, nella sede di Palazzo Montereale Mantica su coordinamento di Enzo Golino, per cogliere sul nascere e analizzare questo fenomeno: si parte sabato 18 settembre (ore 12) con un incontro dedicato allo “Stato dell’arte” della psicoanalisi rispetto alle trasformazioni culturali e sociali della società italiana. Ne converseranno Antonio Alberto Semi, psicoanalista, saggista e analista di training della Società Psicoanalitica Italiana; Gilberto Corbellini, ordinario di Storia della medicina e Bioetica alla Sapienza di Roma, autore di molti studi e condirettore della rivista di cultura scientifica ‘Darwin’; ed Anna Oliverio Ferraris, dal 1980 ordinario di Psicologia dello sviluppo alla Sapienza di Roma e attuale direttore della rivista degli psicologi italiani “Psicologia Contemporanea”.

Il secondo incontro, “Freud per tutti”, sempre sabato 18 settembre (ore 15,30) vedrà protagonisti il direttore editoriale della Einaudi Ernesto Franco, la ‘voce’ italiana di Freud Renata Colorni, che per l’editore Paolo Boringhieri, si è dedicata alla cura delle Opere di Sigmund Freud sotto la direzione scientifica di Cesare Musatti, e Renzo Guidieri, da ottobre 2010 amministratore delegato e direttore editoriale della Bollati Boringhieri: un appuntamento mirato proprio ad analizzare la corsa editoriale che si è scatenata da alcuni mesi, con l’aspirazione di portare Freud a molti più lettori di quanti ne abbia avuto finora.

Il terzo incontro, intitolato “La psicanalisi e il resto”, nella giornata di domenica 19 settembre (ore 15.30), impegnerà Cesare Viviani, psicoanalista di grande fama ma anche poeta e saggista, insieme con Mario Lavagetto, fra i maggiori studiosi dei rapporti tra psicoanalisi e letteratura, e con il regista Citto Maselli, autore di pellicole come “Gli sbandati”, “Gli indifferenti” da Alberto Moravia, “Lettera aperta a un giornale della sera”, “Storia d’amore”, fino al più recente “Le ombre rosse” (2009)

 

Non rientra nel percorso fra psicoanalisi e letteratura, ma va senz’altro menzionato l’incontro che pordenonelegge.it propone quest’anno con  la scrittrice londinese Esther Freud, classe 1963, figlia del pittore Lucian Freud e pronipote di Sigmund: l’autrice, che si era fatta subito notare con il suo primo romanzo, l’autobiografico Hideous Kinky – da cui l’omonimo film – già nel 1993 era entrata nella classifica, stilata dal magazine “Granta”, dei venti migliori giovani romanzieri inglesi. I suoi libri sono tradotti in tredici lingue. A pordenonelegge.it presenterà, sabato 18 settembre (ore 19, palazzo Montereale Mantica) il libro “Innamoramenti”, edito in Italia da Voland, nel corso dell’intervista condotta da Laura Pagliara.