“La gelosia. Profili di un affetto fondamentale” di R. Galiani e S. Napolitano

"La gelosia. Profili di un affetto fondamentale" di R. Galiani e S. Napolitano

La gelosia.

Profili di un affetto fondamentale

Scritti di: S. Freud dalla traduzione di J. Lacan, D. Lagache, J. Riviere e di F. Coblence, J.L. Donnet, A. Ginzburg, R. Gori, Libres Cahiers pour la psychanalyse, S. Andreassi, M. Bottone, C. Colangelo, G. Di Mezza, A. D. Di Sarno, M. Fasano, R. Galiani, S. Gallo, C. Lombardi, S. Napolitano, R. Petrillo, M. Pirozzi, M. Sommantico, E. Tescione

A cura di: Riccardo Galiani – Stefania Napolitano

Casa editrice: Alpes

Anno: 2020

Nel gennaio del 1921 Freud cominciava a discutere con gli allievi più fedeli idee che avrebbero trovato forma in uno dei pochi lavori di cui fu dichiaratamente soddisfatto: Di alcuni meccanismi nevrotici nella gelosia, nella paranoia e nell’omosessualità. Nonostante la tardiva conquista di un titolo significativamente condiviso, la gelosia è presente sin dall’inizio nell’indagine psicoanalitica: nei luoghi del complesso nucleare, l’edipo, ma non solo. La sua ricorrenza e le considerazioni che sollecita inducevano un lettore come Binswanger a commentare così alcune pagine del “caso Schreber”: “la gelosia sembra essere in grado di fornirci le più profonde intuizioni sulla vita psichica normale e patologica”.

Cosa è divenuto questo affetto fondamentale nella ricerca psicoanalitica post freudiana?

Riprendendo uno schema adottato per il “problema del transfert”, accanto a nuove traduzioni del testo di Freud e di due scritti di J. Riviere, insieme alla prima presentazione in italiano di un estratto da La jalousie amoureuse di Lagache, questo volume propone capitoli di rassegna critica sull’evoluzione della ricerca psicoanalitica sulla gelosia, unitamente a scritti di commento e di approfondimento. Le indicazioni offerte dagli insegnamenti di Bion, Klein, Jaspers, Lacan e da prospettive letterarie (Proust) e filosofiche (Rousseau, Starobinski), delineano i diversi profili di un affetto che “quando sembra mancare nel carattere e nella condotta di un uomo, si è giustificati a concludere che ha subìto una forte rimozione” (Freud).

(Tratto dalla quarta di copertina)

Riccardo Galiani, psicoanalista ordinario della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalythical Association, insegna come professore associato presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università “Luigi Vanvitelli”. È autore di numerosi articoli e di tre volumi (Amleto e l’Amleto nella cultura psicoanalitica, 1997; Un sesso invisibile. Sul transessualismo in quanto questione, 2005; Contenimento Seduzione Anticipazione, 2010 e 2017). Co-curatore di Il transessualismo. Scritti psicoanalitici ( 2001), ha curato le edizioni italiana e francese dell’antologia di scritti di P. Fédida Aprire la parola (Roma 2012, Paris 2014) e la pubblicazione (2009) della traduzione di Umano/Disumano, ultimo seminario di Fédida. Per le edizioni Alpes ha curato l’edizione italiana di Psicoanalisti in seduta. Glossario clinico di psicoanalisi contemporanea (2018) e, insieme a S. Napolitano, il volume Il problema del transfert. 1895-2015. Redattore di notes per la psicoanalisi.

 

Stefania Napolitano, psicoterapeuta di formazione lacaniana, è dottore di ricerca in Studi di Genere. È autrice di diversi articoli e dei volumi Dal “rapport” al transfert. Il femminile alle origini della psicoanalisi (Macerata, 2010) e di Clinica della differenza sessuale. Fantasma, sintomo, transfert (Macerata, 2015). Co-curatrice di Il problema del transfert. 1895-2015.

 

Vedi anche: