Pediatria e Psicoanalisi nel pensiero di Renata De Benedetti Gaddini

Immagine per Convegno Renata Gaddini  Il seminario si propone di illuminare la figura di Renata De Benedetti Gaddini, pediatra e psicoanalista, della quale è in preparazione l’archivio digitale. Eminente studiosa della psiche umana, fu docente all’Università La Sapienza di Roma e all’Ateneo Patavino, dove tenne per diversi anni dei gruppi di discussione clinica per psicologi e medici, trasmettendo operativamente il proprio pensiero, germinato con l’apporto di altri psicoanalisti, dei quali aveva un’approfondita conoscenza, personale e lavorativa. Introdusse così per prima in Italia D. W. Winnicott, famoso psicoanalista inglese, con il quale ha a lungo collaborato, come è ben documentato dalla loro corrispondenza scambiata nel corso di oltre un decennio. Tra di loro si era andata infatti creando una notevole sintonia riguardo all’importanza delle cure primarie per i processi mentali precoci, i quali hanno un’importanza così grande per la sana crescita emotiva degli individui. Sebbene oggi si parli molto delle cure primarie che dovrebbero essere elargite e garantite e garantite ai bambini, per cui molti aspetti sembrano essere ormai scontati, si osserva invece che nella pratica quotidiana esse sono largamente scotomizzate. Nei suoi lavori Renata De Benedetti Gaddini ha esplorato molti campi della mente umana e della creatività che emerge sin dai primi mesi di vita, sviluppando così alcuni concetti originali tuttora di grande rilevanza clinica, come verrà evidenziati nel corso del seminario articolato in interventi che verteranno principalmente sui processi mentali del primo anno di vita.

Scarica la locandina

Vedi anche:

in SpiPedia

Oggetto transazionale, a cura di Gabriella Giustino

Holding, a cura di Maria Antoncecchi

in Eventi

Convegno: Donald Winnicott e la psicoanalisi del futuro