Buio in sala 2011 – Il Cinema incontra la Psicoanalisi

VII edizione 2011

ISOLE
Riflessi
di solitudine nel cinema

 

Soli si muore e Amata solitudine, isola benedetta: erano due canzoni dei
Dik Dik e di Franco Battiato. La solitudine ha molteplici declinazioni
oggettive e infinite sfumature soggettive. E’ attesa dove fiorisce la vita
mentale: ma può essere disperazione e morte. Il piccolo umano lasciato a se
stesso non sopravvive. Il bambino non cresce se uno sguardo materno non lo
riflette, ma lo stesso bambino non cresce se non sa rinunciare a quello sguardo
e se la madre non rinuncia a guardarlo, ogni tanto. La solitudine è dimensione
fondativa dell’esperienza umana, profondamente intrecciata al rapporto con
l’altro. Non si può essere uno se non si è stati in due e non si può essere
in due se non si è uno. Ciascuno ha una propria soglia di tolleranza alla
solitudine come alla compagnia: la salute mentale non è forse libertà di
regolarsi al riguardo? E la libertà non ha a che fare con quel diritto a
essere soli che i totalitarismi calpestano? Nel mare del silenzio, la
solitudine è fatta di isole dove approdare e dalle quali salpare. "Happiness
is only real when shared": la felicità è autentica solo se condivisa, come
scopre il protagonista di Into the Wild. La rassegna di quest’anno è un
arcipelago dove ognuno è invitato a navigare.

 

Grafica di
Michele Ruini
Immagine: Anish Kapoor at Kensington Gardens

tutte le proiezioni si terranno presso il cinema
auditorium

STENSEN

viale Don Minzoni 25/c – Firenze

prezzi

IIntero: € 6
Ridotto: € 5 (Studenti, Soci CPF) Abbonamento intera rassegna: € 42 (nominale)

a cura di

STENSEN|CINEMA

Stefania Nicasi

Viale Don Minzoni
25/g 50129 Firenze
Tel. 055/5535858
e-mail: cinema@stensen.org Sito web: www.stensen.org

CENTRO
PSICOANALITICO DI FIRENZE

Sezione Toscana
della Societa’ Psicoanalitica Italiana

Via Francesco
Puccinotti 99 – 50129 Firenze tel. 3663699751
e-mail: cpf@spi-firenze.it
Sito web: www.spi-firenze.it

Presso il
Centro è attivo un servizio gratuito di consultazione e prime visite.


programma

 

Alienità

 

Venerdì 21 ottobre – ore 21.00

Una donna
straordinaria

di Mick Jackson
intervengono:
Francesco Barale, Stefania Ucelli

 

Domenica 23 ottobre – ore 20.30

The soloist

di Joe Wright interviene: Giuseppe Saraò

 

Isole

 

Venerdì 28 ottobre – ore 21.00

Irina Palm

di Sam
Garbarski interviene:Jones
De Luca

 

Domenica 30 ottobre – ore 20.30

Lo spazio
bianco

di Francesca
Comencini intervengono:
Gina Ferrara Mori, Gherardo Rapisardi

 

Cambiamenti

 

Venerdì 4 novembre – ore 21.00

Beyond

di Pernilla
August interviene:
Antonello Correale

 

Domenica 6 novembre – ore 20.30 Omaggio a Silvia
Gabetta

L’illusionista

di Sylvain
Chomet interviene:Elisabetta
Bernetti

 

Derive

 

Venerdì 11 novembre – ore 21.00

L’uomo in più

di Paolo
Sorrentino
interviene:Giovanni
Foresti

Domenica 13 novembre – ore 20.30

Control

di Anton
Corbijn
intervengono:Andrea
Marzi, Gaetano Zaccara

 

Evasioni

 

Venerdì 18 novembre – ore 21.00

Mary and Max

di Adam Elliot
intervengono:Raffaella
Tancredi, Maria Grazia Vassallo

 

Domenica 20 novembre – ore 20.30

 

Into the Wild

di Sean Penn
intervengono:Gilberto
Del Soldato, Stefania Nicasi

 

I FILM IN PROGRAMMA

 

Una donna
straordinaria

La perseveranza
e la determinazione di Temple Grandin, una giovane donna che lotta contro le sfide
dell’isolamento causato dall’autismo, in un’epoca in cui il disturbo era ancora
poco conosciuto. Il film è la cronaca della prima diagnosi di Temple; la sua
crescita e il suo sviluppo durante gli anni della scuola; il supporto costante
ricevuto dalla madre, dalla zia e dall’insegnate di scienze. La rivincita di
una donna dotata di sensibilità e di innata comp- rensione per il
comportamento degli animali.  

Il solista

Il giornalista
Steve Lopez è giunto a un punto morto della propria carriera e della propria
vita, finché un giorno incontra una persona misteriosa, un uomo vestito di
stracci, che mette tutto se stesso in uno scalcinato violon- cello. Inizierà
ben presto con lui un viaggio che gli cambierà la vita. La storia vera e
straordinaria dell’odissea di un giornalista disincantato e cinico nelle strade
malfamate di Los Angeles e del suo incontro con un uomo con il quale costruirà
una singolare amicizia grazie al potere unificante della musica.  

Irina Palm

Londra. Maggie,
una vedova quasi cinquantenne, ha un disperato bisogno di soldi. Il suo
nipotino deve essere sottoposto con urgenza a cure costosissime in Australia.
Nessuno è disposto a dare lavoro a una donna della sua età. Maggie, in un
momento di estrema disperazione, si presenta ad un sexy shop di Soho. Il
proprietario decide di offrirle una chance e Maggie si trasforma nella
richiestissima Irina Palm. Un film divertente e ricco di umanità, che affronta
temi scabrosi con pudore e ironia.  

Lo spazio
bianco

Maria ha più
di quarant’anni, insegna italiano in una scuola serale di Napoli ed è una
donna libera e dinamica. Quando al sesto mese di gravidanza parto- risce una
figlia che, come le dice il medico, potrebbe morire subito o soprav- vivere con
gravi handicap, è messa di fronte alla necessità di colmare il vuoto fra il
tempo canonico della gravidanza e quello dell’avvenuta nascita della figlia.
Maria scopre allora che quello che non sa proprio fare è aspettare. La
maternità di una donna sola, chiusa in quello spazio bianco dove vita e morte
coincidono.

Beyond

Quello che per
Leena – una donna di origini finlandesi, ma svedese di adozione – era nato come
un giorno di festa, dopo aver ricevuto una telefonata si trasforma in un
viaggio nel passato che la costringerà a fare i conti con gli infelici eventi
della sua famiglia che era riuscita a cancel- lare. Un film su come la ricerca
di una condizione di vita accettabile, dopo le sofferenze patite in giovane
età, reclami sempre una vittima: la memoria del passato, spesso nemica della
serenità acquisita.  

L’illusionista

Nella Francia
del 1959, un vecchio illusionista in declino si esibisce in piccoli teatri, in feste
private e nei bar di paese. Durante uno dei suoi spettacoli in un pub scozzese
l’illusionista incontra la piccola Alice, destinata a cambiargli la vita: la
bambina lo elegge a suo eroe personale, si convince del fatto che i suoi
trucchi sono reali e decide di seguirlo

a Edimburgo.
Come tutte le altre bambine, però, Alice è destinata a crescere. Da un
soggetto mai realizzato di Jacques Tati, un cartone dallo straordinario gusto
poetico sul labile confine che separa l’infanzia dall’età adulta e le illusioni
dalla realtà.

L’uomo in più

Il cantante di
musica leggera Antonio Pisapia, detto Tony, ha un omonimo, più giovane di lui,
di professione calciatore. Estroverso, cinico ed egocentrico l’uno, timido e
scontroso l’altro, i due Pisapia hanno una cosa in comune: a entrambi gli anni
‘80 promettono ricchezza e suc- cesso. Ma la realtà è molto più dura di
quanto ci si potesse attendere: caduti accidentalmente entrambi nella polvere,
decidono di ricominciare da capo. Il ritratto di una Napoli cinica e spietata
nel film che segnò il debutto di Sorrentino e l’inizio del suo sodalizio con
Toni Servillo.

Control

Ian Curtis, il
cantante e capo carismatico della rock band post-punk Joy Division, tra il 1977
e il 1980 vede la sua vita cambiare radicalmente. La band sta finalmente
emergendo nel panorama musicale britannico
e gli impegni si fanno più pressanti, ma improvvisi e violenti attacchi

di epilessia lo
assalgono fuori e sul palcoscenico sempre più frequent- emente, mentre la sua
vita privata va a rotoli. Il carisma e il tormento di un’icona del rock in un
film ammantato di struggente malinconia, in cui si cerca l’impossibile equilibrio
tra musica e silenzio.

Mary and Max

Mary è una
buffa e solitaria bambina di Melbourne. Max è invece un uomo di mezza età,
sovrappeso e affetto dalla sindrome di Asparger, che abita a New York e vive
tra nevrosi e insicurezze. Quando Mary inizia
a scrivere lettere a Max, tra i due nasce una amicizia davvero fuori dal
comune, che durerà oltre vent’anni. Un film d’animazione inusuale e com-
movente su due solitudini che si cercano e che nonostante le incompren- sioni
dell’esistenza, riusciranno a conservare la sincerità di un contatto umano e
le ragioni per vivere.

Into the Wild

La vera storia
di Christopher McCandless, detto Alex Supertramp: dopo aver conseguito la
laurea nel 1992, il ragazzo decide di abbandonare ogni cosa per andare a vivere
tra i ghiacci dell’Alaska. E’ un modo per mettere alla prova la sua capacità
di fare a meno di tutti quegli oggetti che il consumismo ha reso
indispensabili. Incontrerà personaggi che hanno scelto di fare il suo stesso
cammino e che lo sosterranno con il loro amore. Il viaggio nelle terre selvagge
come modo per ritrovare se stessi e per rimettere la forza interiore al centro
dell’esistenza.