Cinema e Psicoanalisi. Spoleto 2019

Sezione Eventi, Sala Pegasus, 13 luglio 2019

7° Rassegna di CINEMA E PSICOANALISI

a cura di Claudia Spadazzi e Elisabetta Marchiori

in collaborazione con il Cinéma Sala Pegasus e Graziella Bildesheim 

con il sostegno di Italian Psychoanalytic Dialogues

con il patrocinio della Società Psicoanalitica Italiana 

 

“I classici del cinema: intrecci tra immagini e psicoanalisi” 

“Un classico è un film che non ha mai finito di far vedere quello che ha da far vedere”

 

Le proposte di definizione di “classicità” di Italo Calvino, riferite alla letteratura, possono indubbiamente attagliarsi anche ai film, così come ad alcune basi teoriche della Psicoanalisi. Quando un film si può ritenere un “classico”? La proiezione di opere restaurate che hanno fatto la storia del cinema e sono da sempre oggetto di attenzione da parte della psicoanalisi è l’occasione per vedere/rivedere e discutere film classici “che non hanno mai finito di far vedere quello che hanno da far vedere”.

 

La rivoluzione antropologica determinata dall’evoluzione della tecnologia digitale obbliga a porre particolare attenzione e cura per conservare, pur nella mutazione, opere d’arte di cui i restauri  valorizzano la contemporaneità. La visione di tali film o la loro re-visione diventa quindi un prisma attraverso cui riverberare prospettive molteplici: nel conservare, l’opera d’arte e l’umanità, il cinema e la psicoanalisi, le proprie caratteristiche di immutevolezza e le basi fondative, coinvolte nel cambiamento con altra e nuova vitalità.

 

I film della rassegna saranno introdotti dalle curatrici e discussi insieme al pubblico, con l’intervento di psicoanalisti ed esperti di cinema per cogliere gli intrecci tra le diverse forme di pensiero e lettura, tra le immagini proiettate sullo schermo e le dinamiche dell’inconscio.

 

 

PROGRAMMA

Ore 10,30 I

Introduzione “Classici del cinema, classici della Psicoanalisi”, Elisabetta Marchiori e Claudia Spadazzi, psicoanaliste SPI (Società Psicoanalitica Italiana).

 

Ore 11,00

Ladri di biciclette” di Vittorio De Sica (Italia, 1984, 88’).

 

Conversano con il pubblico Mario Sesti, critico e giornalista cinematografico, e Paolo Boccara, psicoanalista SPI. Chair Elisabetta Marchiori.

 

Ore 16,00

Jules e Jim” di François Truffaut (Francia, 1961, 106’)

Conversano con il pubblico Fabio Ferzetti, critico e giornalista cinematografico Manuela Fraire, psicoanalista SPI. Chair Claudia Spadazzi.

 

18,30

Gli uccelli” di Alfred Hitchcock (USA, 1963, 119’)

Conversano con il pubblico Roberto Lazzerini, esperto di cinema, e Giuseppe Riefolo, psicoanalista SPI. Chair Graziella Bildesheim.

 

 

 

Vedi anche:

Allegati
Locandina