Rassegna cinema, adolescenza e psicoanalisi. Pavia, ottobre 2017- aprile 2018. Report di Angelo Moroni

1a Rassegna Cinema, Adolescenza e Psicoanalisi – Cinema Politeama, Pavia

A cura del Centro Psicoanalitico di Pavia

“SGUARDI PURI”

Dal 25 ottobre 2017 al 18 aprile 2018.

Report di Angelo Moroni

 

Dal 25 ottobre 2017 al 18 aprile 2018 si è svolta a Pavia, presso il Cinema Politeama (Corso Cavour, 20) la prima Rassegna Cinematografica organizzata dal Centro Psicoanalitico di Pavia. L’evento, dal titolo “Cinema, Adolescenza e Psicoanalisi”, è stato inserito nella più ampia cornice della Rassegna “Sguardi Puri” dal titolo “Ridateci la verità!”. Questa prima edizione è stata organizzata da psicoanalisti della Società Psicoanalitica Italiana, Soci del CPdP, in collaborazione con la Fondazione Teatro Fraschini di Pavia.

“Sguardi Puri”, realizzata ogni anno dal Comune di Pavia, con la preziosa consulenza del critico cinematografico Roberto Figazzolo, invita a commentare film e a conversare con il pubblico personalità della cultura umanistica e scientifica.

Il tema generale di questa edizione è stata la “verità”, in cui è stato inserito come tema di interesse psicoanalitico l’adolescenza, seguito dal commento di uno psicoanalista del Centro Psicoanalitico di Pavia e di altri Centri locali SPI. Le serate sono state coordinate da Angelo Moroni (CPdP) e da Roberto Figazzolo, che introducevano il film e conducevano il dibattito successivo con il pubblico.

Ottima l’affluenza a tutte le serate, in particolare per i film “Microbo e Gasolina” di Michel Gondry (2015), commentato da Angelo Moroni, (psicoanalista SPI) e da Giorgio Magarò, regista, nonché “Manchester by the sea” di Kenneth Lonergan (2016), commentato da Elisabetta Marchiori (CVP), e “Cuori Puri”, di Roberto De Paolis (2017), commentato da Daniela Scotto di Fasano (CPdP). Il pubblico, composto da un nutrito numero di psicoterapeuti ed operatori sociali e sanitari, ma anche da molti genitori ed insegnanti, si è mostrato molto interessato ad una tematica, quella dell’adolescenza, che sembra sempre più mostrarsi come una fase evolutiva che si fa “spia” del malessere diffuso nel tessuto sociale contemporaneo.

La Rassegna è stata aperta da Nino ferro che ha commentato il film “I misteri di un’anima”, di G.W. Pabst (1926), film muto e opera in controtendenza con il tema “adolescenza”, ma che aveva l’obiettivo di introdurre il tema correlato dei rapporti tra Cinema e Psicoanalisi.

Il legame tra Adolescenza e Gruppo è stato affrontato da Giovanni Foresti (CPdP) attraverso il commento di un film ucraino di rara intensità emotiva, “The Tribe”, di Myroslav Slaboshpytskiy (2014), ambientato in un istituto per giovani sordomuti di una cittadina della ex repubblica sovietica.

Vanna Berlincioni ha invece portato il suo contributo psicoanalitico ed etno-psichiatrico nel commento al film “L’Eau Froide” di Olivier Assayas (1994).

Per concludere Angelo Moroni (CPdP) ha commentato il film “It Follows”, di David Robert Mitchell (2014), opera insignita del titolo di “Film della Critica” dal Sindacato Critici Cinematografici Italiani – SNCCI per il 2014.

La Rassegna ha suscitato notevole interesse ed è stata segnalata ampiamente sulla stampa locale che ha pubblicato una lunga intervista ad Angelo Moroni, componente dell’Esecutivo del Centro Psicoanalitico di Pavia e organizzatore, insieme ad altri colleghi, dell’iniziativa. La Rassegna ha promosso inoltre un contatto più vivo e diretto tra comunità psicoanalitica locale e cittadinanza, favorendo un costruttivo dialogo su tematiche sociali e psicologiche di un certo interesse per educatori, operatori di comunità per minori, insegnanti, famiglie e genitori.

Giugno 2018