Rick & Morty. Commento di A. Moroni

Autore: Angelo Moroni

Titolo: “Rick & Morty” (Quattro Stagioni)

Dati sulla serie: creata da Justin Roiland e Dan Harmon , USA, 2013-2020 (4 Stagioni), Netflix

Genere: animazione, comico, horror

 

 

 

 

La serie trae ispirazione dalla parodia del film “Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis (1985), creata da Roiland per il Festival dei Cortometraggi realizzato dal canale tv statunitense Clannel 101 nel 2013. Rick è un vecchio “scienziato pazzo” che si è trasferito presso la famiglia di sua figlia Beth, veterinaria specializzata in cardiochirurgia equina. Il vecchio Rick passa gran parte del suo tempo progettando e creando oggetti tecnologici,  e portando con sé il giovane nipote Morty – e successivamente anche la nipote Summer – in pericolose e fantastiche avventure attraverso altri universi paralleli, alla scoperta degli orrori e delle meraviglie che li popolano. Oltre alla notevole vena creativa dello stile di animazione, della serie colpisce anche il linguaggio volutamente politically uncorrect, disinibito al limite del grottesco, ma proprio per questo ironicamente autodemistificante. Serie molto seguita da preadolescenti e adolescenti sia americani che italiani, “Rick & Morty” intrattiene e diverte, ma riflette anche sul tema della comunicazione tra generazioni in questa società postmoderna in continua evoluzione, che si muove verso un futuro sempre più incerto.