CRESCERAI, fotografie di Roberto Basile

basile x_bologna_2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Difficile presentare il proprio lavoro fotografico, sempre. Questa poi è una serie fotografica trasversale, anzi doppiamente tale. Infatti attraversa un decennio di lavori fotografici e non nasce come una serie coerente dall’inizio, ma  come selezione da varie altre serie fotografiche. Un certo giorno mi son reso conto di avere in portfolio un buon numero di immagini di bambini ed adolescenti, di averli sempre un po’  cercati e fotografati. Ho scoperto che  avevano  fatto parte del mio scenario fotografico più di quanto non ne fossi consapevole.

La mia passione per l’infantile del resto mi spinge a interessarmi molto dei bambini in tanti contesti, e non solo come psicoanalista. Mi incuriosisce il processo di crescita, soprattutto mi incuriosisce la curiosità dei bambini, la loro propensione per il disegno, la loro fantasia ed ancor più il destino di queste qualità nell’adulto.
Dove finisce la propensione per il disegno di quasi tutti i bambini nell’adulto, che così spesso invece “non sa tenere la matita in mano”?  Il processo di crescita rischia quindi di diventare  un luogo di avanzamento solo apparente, nei casi in cui in realtà non si fa altro che creare dei conformisti. Altre volte invece la crescita appare come un processo fuori dalle righe, ma è proprio quello il processo più fortunato,  che può produrre soggetti capaci di amare.
Queste foto non vogliono essere immagini di  nostalgia dell’infanzia o dell’adolescenza, ma  piuttosto scene che trasmettono  la  preoccupazione e la speranza di togliere ostacoli alla possibilità di vivere un’infanzia felice a tutte le età.