Cultura e Società

Dichiarazione Presidente IPA contro la violenza verso i bambini

25/06/18

*Immagine Keith Haring – Anarch

Virginia Ungar, Presidente IPA, ( International Psychoanalytical Association)  condanna tutte le forme di violenza verso i minori e racconta l’impegno dell’IPA per contrastarle.

Dichiarazione della Presidente IPA riguardo alla violenza verso i bambini migranti.

Nelle scorse settimane, le notizie sui media internazionali nelle recenti settimane circa l’allarmante decisione presa negli Stati Uniti di separare i figli dei migranti dalle loro famiglie, ci hanno posto bruscamente di fronte alla straziante situazione di maltrattamento che i bambini si trovano ad affrontare sia lì che in altre parti del mondo, come il Mediterraneo,il Medio Oriente e l’Africa.

Da molti anni le situazioni  affrontate dai rifugiati e dalle loro famiglie sono disperate, ma quello che è accaduto negli Stati Uniti negli ultimi  mesi ha alzato a nuovi livelli l’indignazione mondiale contro coloro che mancano di rispettare i diritti fondamentali dell’individuo.

L’ International Psychoanalytical Association (IPA), come istituzione, ha creato spazi  specificatamente dedicati allo studio approfondito di questo problema e anche, all’occorrenza,  per fornire assistenza a coloro che ne hanno bisogno attraverso interventi basati sulla teoria e la pratica della Psicoanalisi. Abbiamo recentemente introdotto un nuovo programma chiamato IPA in the Community, formato da un numero di commissioni come la Migration and Refugees, Humanitarian Organisations, Education, Health, e Violence. Esse lavorano fianco a fianco con la Committee on Child and Adolescent Psychoanalysis e la  Inter-Committee on Child Abuse nella ricerca e sviluppo di progetti di intervento nelle comunità, allo scopo di ridurre il dolore e gli effetti del traumatico sradicamento sofferto da migranti e rifugiati in seguito a politiche che si traducono in esperienze disumane subite da milioni di persone.

Pionieri della Psicoanalisi come Sigmund Freud, Anna Freud, Melanie Klein, Donald Winnicott, Serge Lebovici, e molti altri che hanno seguito le loro orme, hanno provato assiduamente a comprendere il delicato equilibrio dello sviluppo psico-emozionale dei bambini e il modo in cui le situazioni traumatiche vi interferiscono.

Pertanto, vorremmo cogliere l’occasione per ripudiare energicamente tutte le forme di violenza contro i bambini e gli adolescenti che alterano i fondamentali criteri che presiedono alla loro crescita ed educazione  in tutto il mondo. Includiamo in questo la separazione forzata e precoce delle famiglie, e la mancanza della più elementare cura e rispetto per i diritti dei bambini e degli adolescenti. Come professionisti della salute mentale, è nostro obbligo proteggere i bambini e i giovani e difenderli contro ogni forma di violenza o minaccia che in qualunque modo impedisca loro uno sviluppo sicuro e protetto in quanto esseri umani.

Virginia Ungar, IPA President

 Sergio Nick, IPA Vice President

Chi ha letto questo articolo ha anche letto…

Mettere in scena la vita. M. Fraire

Leggi tutto

Il velo all’orizzonte A. Migliozzi interroga S.Thanopulos

Leggi tutto