Consigliati da Silvia Vessella

VESSELLA
Francesco Pecoraro (2013)
La vita in tempo di pace
Ed Ponte delle Grazie

(Lettura meditata con talvolta annessi ricordi)

L’ingegner Ivo Brandani, anni sessantanove, lavora per conto di una multinazionale a un progetto segreto “la ricostruzione in materiali sintetici della barriera corallina del Mar Rosso”, poiché quella vera sta scomparendo. Inizia così un viaggio a ritroso nella propria storia e in quella dell’Italia: la decadenza degli anni Duemila, i soprusi e le ipocrisie di un Paese appesantito dalla burocrazia, l’illusione di un luogo incontaminato, l’Egeo.
E ancora più indietro le lotte studentesche degli anni Sessanta, la scoperta del sesso, fino ad arrivare al dopoguerra, in cui Ivo vive le sfide della prima infanzia. Ne emerge una descrizione delle contraddizioni della nostra società: come ci vedevamo, come immaginavamo noi ed il nostro futuro e come le cose alla fine sono andate.
Il romanzo è risultato fra i cinque finalisti allo Strega.

David Foster Wallace (1998)
La ragazza dai capelli strani
Minimum fax ed.

(Da rileggere con piacere)

La ragazza con i capelli strani è una raccolta di racconti di David Foster Wallace. Scritta da Wallace quando aveva 27 anni viene considerato il manifesto poetico e stilistico dell’autore, in cui si troviamo i temi cari allo scrittore, le nevrosi, le manie e le ossessioni del capitalismo, le mode della controcultura. la televisione di David Letterman, raccontati in una prosa gelida ma allo stesso tempo iperbolica e ambigua.

Jo Nesbo (2013)
Il pettirosso
Piemme ed.

(Da ombrellone)

Durante la Seconda Guerra Mondiale, un gruppo di soldati norvegesi era stato inviato a combattere a fianco dell’esercito tedesco alle porte di Leningrado. Una volta tornati in patria, quegli uomini avevano subito un’accusa di alto tradimento e il carcere.
Harry Hole, il poliziotto, protagonista della serie, si imbatte a distanza di molti anni in una serie di omicidi proprio di alcuni di quei reduci. E mentre indaga sulla minaccia di un attentato ai danni dei reali di Norvegia, che si fa ogni giorno più concreta, uno strano ritrovamento attira la sua attenzione: i monti intorno a Oslo restituiscono i bossoli di un Märklin, un fucile di precisione tedesco di cui erano stati costruiti solo trecento esemplari. E così le storie si intrecciano e sarà complicato trovarne i fili.

Jo Nesbo (2012)
La stella del diavolo
Piemme ed

(Da ombrellone)

La storia inizia in un’estate, quando, in un appartamento del centro di Oslo, delle grosse macchie nerastre si allargano nell’acqua che bolle su un fornello, e la signora, sollevando gli occhi al soffitto, vede un denso liquido scuro colare dal piano di sopra. Una donna giace in una pozza di sangue, assassinata con un dito reciso dalla sua mano sinistra e dietro la sua palpebra è stato nascosto un minuscolo diamante a forma di stella a cinque punte, “la stella del diavolo”. Il detective Harry Hole sarà incaricato del caso e della spiegazione del messaggio nascosto in quei due macabri reperti.