Psicoterapia e Scienze Umane. Numero speciale del quarantesimo anno.

I contributi sono suddivisi in due grandi sezioni: nella prima parte sono riprodotti saggi ed articoli che hanno segnato il dibattito e la ricerca sulla psicoterapia italiana (e non), iniziando con la riproposizione dell’Editoriale del primo numero della rivista (1/1967), fondata dal Gruppo Milanese per lo Sviluppo della Psicoterapia – Centro Studi di Psicoterapia Clinica di Milano (attivo fin dal 1960). Questi scritti iniziali – aperti dall’Editoriale di Paolo Migone – spaziano dal 1962 al 1989 e comprendono, tra gli altri, una riflessione di Paolo Boringhieri (scomparso all’età di ottantacinque anni, nell’agosto del 2006) sul progetto editoriale dell’opera freudiana, saggio che può utilmente essere letto insieme all’ultimo testo, che chiude questo numero della rivista, a firma di Pier Francesco Galli, In viaggio con i libri: 1959-2006, in cui si narra principalmente della conduzione dei progetti editoriali delle famose collane di Feltrinelli e di Boringhieri.

Da segnalare, in questa prima sezione del fascicolo, anche il saggio di Gaetano Benedetti Psichiatria e psicoterapia (del lontano 1962, ma ancora attualissimo) e due contributi di Fritz Morgenthaler. Tra gli scritti originali si evidenziano quello di Gallese, Migone e Eagle La simulazione incarnata: i neuroni specchio, le basi neurofisiologiche dell’intersoggettività e alcune implicazioni per la psicoanalisi. Oltre agli altri numerosi contributi teorici e tecnici – in tutto sono presenti ventisei scritti – il numero del quarantesimo anniversario comprende anche due resoconti in merito alla storia della Scuola di Psicoterapia Psicanalitica (SPP) di Milano e de Il Ruolo Terapeutico. Con questo numero speciale, la rivista conferma la sua originaria linea editoriale, basata sull’interdisciplinarietà e sull’uso della critica e della riflessione ragionata come approccio alle questioni teoriche e tecniche, e in quanto metodo di ricerca.

Com’è stato notato da Patrizio Campanile sul n. 1/2007 della Rivista di Psicoanalisi (nell’articolo Psicoanalisi e psichiatria: una riflessione da rilanciare), i contributi che appaiono in questo numero speciale e negli ultimi fascicoli di Psicoterapia e Scienze Umane si inseriscono nell’attuale dibattito sulla situazione e sulle prospettive della psichiatria italiana. Da ricordare che già venti anni fa, nel 1986, la rivista ha dedicato un numero speciale di quasi 400 pagine al proprio ventennale, un fascicolo contenente tra l’altro un’importante sezione dedicata alla “Tecnica e Teoria della tecnica” con scritti di Bowlby, Meltzer, Gedo, Langs, Pollock, Cremerius, Benedetti, von Blarer, Parin, Calvesi, Lai e Romolo Rossi.