la Repubblica, 14 aprile 2019. Recensione ad “Ascoltare il presente”di M. Balsamo

La Repubblica. Recensione ad “Ascoltare il presente”di M. Balsamo

Una delle questioni cruciali della psicoanalisi è la lettura e l’interpretazione di ciò che è stato. Maurizio Balsamo in “Ascoltare il presente” scansa due pericoli incombenti.

Recensione ad “Ascoltare il presente” di M. Balsamo

la Repubblica, 14 aprile 2019

Introduzione: La recensione di Massimo Recalcati  su la Repubblica al libro di Maurizio Balsamo “Ascoltare il presente ” Tempo e storia nella cura psicoanalitica (ed. Mimesis, 2019) mette in evidenza come, per l’autore, il processo analitico  si fonda su una ri-significazione del passato e della memoria finalizzata ad interrompere la ripetitività e avviare un processo di soggettivazione orientato al futuro. La relazione terapeutica, quindi, non deve rimanere intrappolata nel passato ma neanche basarsi esclusivamente sulla narrazione di un qui ed ora che rischia di non tenere conto di eventi passati. Come mantenere la giusta tensione tra memoria e cambiamento?

(Maria Antoncecchi)

La Repubblica, 4 aprile 2019 

Così parla il tuo passato

Una delle questioni cruciali della psicoanalisi è la lettura e l’interpretazione di ciò che è stato. Maurizio Balsamo in “Ascoltare il presente” scansa due pericoli incombenti.

di Massimo Recalcati 

Vai all’articolo 

 

Maurizio Balsamo è psichiatra, psicoanalista con funzioni di Training della Società psicoanalitica italiana, direttore della rivista “Psiche” e professore associato in psicopatologia e psicoanalisi all’Università di Paris 7. Vive e lavora a Roma. Tra i suoi libri: La regressione nella stanza d’analisi (2011), Libere associazioni? (2012), Momenti psicotici nella cura (2014), L’autobiografia psicotica (2015), Feticcio (2017), “André Green”, Il potere creativo dell’inconscio. (2019)