Genitori felici? Quelli che lo diventano dopo i 35 anni, ANSA 31ottobre 2014

Ambiente

Genitori felici? Quelli che lo diventano dopo i 35 anni

(ANSA)- ROMA, 31 OTT – I genitori piu’ felici? Sembrano essere quelli che lo diventano dopo i 35 anni e fino ai 49. Chi ha figli tra i 23 e i 34 anni e’ inizialmente entusiasta ma non si dimostra piu’ tanto soddisfatto dopo uno o due anni dall’arrivo del bebe’, mentre chi ha un bambino da molto giovane, tra i 18 e i 22 anni, vede diminuire la propria felicita’ poco dopo essere diventato genitore. Lo suggerisce una ricerca della London
School of Economics e della Canada’s Western University, pubblicata sulla rivista Demography. Gli studiosi, con il supporto di sondaggi svolti sull’argomento, hanno analizzato il comportamento di coppie britanniche e tedesche di diverse eta’ alle prese con la nascita dei loro figli. Dall’osservazione per diversi anni e’ emerso che le coppie che avevano bambini tra i 35 e i 49 anni e una disponibilita’ economica maggiore risultavano essere quelle che in assoluto rispondevano piu’positivamente alla nascita di un bimbo e rispetto a coppie piu’giovani e con un livello di istruzione inferiore mantenevano
questa positivita’ nel tempo. “Le coppie piu’ mature sono in generale piu’ felici di essere genitori per il fatto che in molti casi hanno dovuto attendere per diventarlo, perche’ magari hanno anche una maggiore disponibilita’ economica, meno tentazioni e piu’ desiderio di godersi i figli- spiega Fabrizio Rocchetto, psicologo e psicoanalista Spi (Societa’ psicoanalitica italiana) esperto nei problemi che riguardano i bambini, gli
adolescenti e i rapporti di coppia- cio’ a cui stare attenti pero’ sono proprio i ragazzi, che si troveranno da adolescenti con genitori di una certa eta’ con i quali rapportarsi”. “Dall’altra parte le coppie giovani sono continuamente soggette a stimoli e informazioni, che molto spesso arrivano da telefonini e altri dispositivi elettronici che vengono utilizzati con frequenza: cio’ puo’ renderle piu’ vulnerabili, se si aggiunge anche il fatto che con l’arrivo di un figlio diventa difficile vivere la sessualita’ come prima- aggiunge- anche in questo caso cio’ a cui pensare sono i ragazzi, che rischiano di riproporre andando avanti lo stesso modello di fragilita’ familiare”.

31-OTT-14 18:32