La Società Psicoanalitica Italiana celebra a Teramo i suoi primi 90 anni, L’OPINIONISTA – ABRUZZO, 27 ottobre 2015

L’OPINIONISTA – ABRUZZO

27 ottobre 2015

La Società Psicoanalitica Italiana celebra a Teramo i suoi primi 90 anni

by Redazione

INTRODUZIONE.  L’Opinionista Abruzzo annuncia il Convegno del 31 ottobre 2015 in occasione del novantesimo anniversario della nascita della Società Psicoanalitica Italiana.

Un grande evento che vedrà la partecipazione delle autorità cittadine e di autorevoli psicoanalisti ivi riuniti per partecipare alla cerimonia (Silvia Vessella)

L’OPINIONISTA – ABRUZZO

27 ottobre 2015

Il 31 ottobre, alla Sala San Carlo del Museo Archeologico, si terrà un convegno nazionale per ricordare la nascita della SPI, fondata in città nel 1925 da Marco Levi Bianchini, all’epoca direttore dell’ospedale psichiatrico teramano

TERAMO – Presentato, ieri mattina, nella sala consiliare del Comune di Teramo, un convegno di respiro nazionale che celebrerà a Teramo, il prossimo 31 ottobre, a partire dalle ore 10, nella sala San Carlo del Museo Archeologico “Savini” (via Delfico 30), i primi 90 anni della Società Psicoanalitica Italiana. La scelta del luogo per ricordare questo importante avvenimento scientifico non è stata casuale. La SPI, infatti, nacque proprio a Teramo, fondata il 7 giugno del 1925 da un gruppo di medici e psichiatri radunati intorno a Marco Levi Bianchini, allora direttore del manicomio teramano, la più importante struttura psichiatrica dell’Italia centro meridionale di quell’epoca.

Oltre alle autorità cittadine, al sindaco di Teramo e al direttore generale dell’Asl di Teramo che riceveranno in dono dal presidente della SPI, Antonino Ferro, un bassorilievo celebrativo, parteciperanno all’incontro importanti psicoanalisti e psichiatri italiani che ripercorreranno la nascita e l’evoluzione della psicoanalisi. Anche l’Università degli Studi di Teramo contribuirà all’evento con la realizzazione di pannelli sui quali saranno riprodotti documenti storici dell’epoca.

La psicoanalisi può essere definita una disciplina e un approccio terapeutico basati sulla scoperta di Sigmund Freud secondo cui le persone sono spesso inconsapevoli di molti dei fattori che determinano le loro emozioni e il loro comportamento. Questi fattori inconsci possono essere fonte di notevole disagio e infelicità. Psicoanalisi e psicoterapia sono strumenti con cui la sofferenza può venire efficacemente trattata.

Marco Levi Bianchini fu uno psichiatra illuminato che, conoscendo il tedesco, lingua di Freud, intuì già allora il contributo che la psicoanalisi avrebbe potuto offrire alla cura delle malattie mentali. Nel 1925, la sofferenza psichica veniva trattata prevalentemente nelle strutture manicomiali, di cui il complesso ospedaliero di Sant’Antonio Abate a Teramo, le cui origini risalgono al 28 febbraio 1323, costituisce una delle testimonianze più importanti. Levi Bianchini ottenne il sostegno di Freud nel fondare la Società Psicoanalitica Italiana e collaborò con Edoardo Weiss, il primo psicoanalista italiano. Successivamente, nel 1936, la SPI entrò a far parte della International Psychoanalytical Association (IPA) fondata da Freud per l’accreditamento, la formazione e la regolamentazione della professione di psicoanalista.

In Italia sono presenti due associazioni componenti dell’IPA: la Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e l’Associazione Italiana di Psicoanalisi (AIPsi) fondata nel 1992, entrambe abilitate alla formazione in psicoterapia. Oggi la SPI è una società complessa e articolata, con un apparato scientifico, didattico e formativo altamente strutturato, diffusa con i suoi 11 centri su tutto il territorio nazionale. I soci sono 904 e i candidati in via di formazione 250. In Abruzzo sono presenti 5 soci e allievi in formazione. Il professor Nicola Perrotti, nato a Penne (provincia di Pescara) fu il primo presidente della SPI del dopoguerra.

L’organizzazione del convegno per la celebrazione del 90° anniversario della SPI è stata curata da un comitato scientifico composto da Cono Aldo Barnà Membro ordinario con funzioni di training e vicepresidente della Società Psicoanalitica Italiana, Gabriella Gentile e Fabrizio Rocchetto Membri ordinari della Società Psicoanalitica Italiana e Francesca Anile responsabile della segreteria.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista Tania Bonnici Castelli.

Questo in dettaglio il programma:

Ore 10 – Saluto delle autorità cittadine

Seguiranno gli interventi di:

Antonino Ferro Membro ordinario con funzioni di training e presidente della Società Psicoanalitica Italiana che consegnerà di un bassorilievo celebrativo al Sindaco di Teramo e al Direttore Generale della ASL di Teramo;

Stefano Bolognini Membro ordinario con funzioni di training della Società Psicoanalitica Italiana e presidente dell’International Psychoanalytical Association;

Serge Frisch Membro ordinario con Funzioni di Training della Belgian Psychoanalytical Society e presidente della Federazione Europea di Psicoanalisi;

Aldo Pazzagli Membro ordinario con funzioni di training e presidente dell’Associazione Italiana di Psicoanalisi;

Francesco Saverio Moschetta Medico, psichiatra già Direttore del Dipartimento Salute Mentale Asl di Teramo;

Giuseppe Civitarese Membro ordinario con funzioni di training della Società Psicoanalitica Italiana e direttore della “Rivista di Psicoanalisi”;

Angela Iannitelli Membro associato della Società Psicoanalitica Italiana e redattrice della Rivista “Psiche”;

Massimo Di Giannantonio Ordinario di Psichiatria, Facoltà di Medicina, Università degli Studi D’Annunzio di Chieti-Pescara;

Mario Fulcheri Ordinario di Psicologia Clinica, presidente del Corso di Laurea – Dipartimento di Scienze Psicologiche della Salute e del Territorio, Università degli Studi D’Annunzio di Chieti-Pescara;

Giustino Galliani Presidente dell’Associazione Psicoanalitica Abruzzese.