Remo Bodei

Ha dedicato un primo periodo delle sue ricerche allo studio dell’idealismo classico tedesco e all’età romantica (con Sistema ed epoca in Hegel, Bologna, Il Mulino, 1975, Scomposizioni. Forme dell’individuo moderno, Torino, Einaudi, 1987, e Holderlin: la filosofia y lo tragico, Madrid, Visor, 1990). In una seconda fase, dopo essersi interessato di questioni di estetica, ha esaminato il pensiero utopistico del Novecento e le forme della temporalità (con Multiversum, Napoli, Bibliopolis, 1983 e l’edizione italiana del Principio speranza di Ernst Bloch, Milano, Garzanti, 1994). L’ultima fase della sua ricerca è incentrata sul problema delle passioni, dei modelli etici ed estetici, della memoria e dell’identità collettiva (con Ordo amoris. Conflitti terreni e felicità celeste, Bologna, Il Mulino, 1991 [1997]; Geometria delle passioni. Paura, speranza, felicità: filosofia e loro uso politico, Milano, Feltrinelli, 1991 [1994]; Libro della memoria e della speranza, Bologna, Il Mulino, 1995; Le prix de la liberté, Paris, Les Éditions du Cerf, 1995, Le forme del bello, Bologna, Il Mulino, 1995; La filosofia del Novecento, Roma Donzelli, 1997).
Diverse sue opere sono state tradotte in tedesco, francese, spagnolo e inglese. È redattore delle riviste "Il Mulino", "Teoria politica", "Filosofia", "Iride", "Atque", "Pluriverso", "Journal of European Philosophy" e "Philosophy and Social Criticism".


Remo Bodei