Silvia Vegetti Finzi

Successivamente ha lavorato come psicoterapeuta consultoriale, spostando progressivamente i suoi studi nel campo della psicoanalisi freudiana.
Entrata nell’Università nel 1976, è attualmente professore associato di Psicologia dinamica presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Pavia e nella scuola di specializzazione in Psicologia del Ciclo di vita del medesimo Ateneo.
I suoi studi hanno seguito essenzialmente tre filoni di ricerca: la storia della psicoanalisi; lo sviluppo infantile, lo scandaglio dell’immaginario femminile e materno, interrogato anche dai quesiti posti dalle biotecnologie.
Tra i suoi contributi si segnalano:
Storia della Psicoanalisi. Autori opere teorie 1895-1985, Mondadori 1986 (riedita nel 1990) . Prima e tutt’ora unica ricostruzione della storia del Movimento Psicoanalitico scritta in Italia, costituisce un testo base in molti corsi universitari in quanto fornisce un ampio e documentato ventaglio delle posizioni teoriche e metodologiche da Freud a Lacan.
Il bambino della notte, Mondadori 1990, individua fin dall’infanzia nell’inconscio femminile, un’imago di figlio e ne segue le mutazioni lungo l’evoluzione psichica individuale confermata, nella storia della cultura, dalle figure del mito e dalle metafore della scienza
Infine Volere un figlio. La nuova maternità tra natura e scienza, Mondadori 1997, utilizza il sapere della psicoanalisi ( la logica dell’inconscio, la funzione strutturante dell’Edipo, la costruzione interpsichica dell’identità, la priorità del narcisismo ) per interrogare il desiderio onnipotente che presiede tanto alla domanda delle coppie sterili di avere un figlio a tutti i costi quanto all’accanimento terapeutico di fare un bambino in qualsiasi modo.
La provocazione a pensare psicoanaliticamente si estende poi alle possibili conseguenze che una generazione manipolata, anonima, extracorporea, impersonale potrebbe avere per la società e per l’individuo.
Ne esita una proposta di etica del limite e della responsabilità che trova fondamento teorico nel sapere e nella saggezza freudiani, integrati dalla prospettiva della differenza sessuale.
Dal 1980 Silvia Vegetti Finzi partecipa infatti attivamente al Movimento femminista italiano e internazionale. Ha tenuto seminari e conferenze di psicoanalisi presso molte università italiane e i seguenti istituti: Studi Filosofici Marotta e Suor Orsola di Napoli, S. Carlo di Modena e Istituto Universitario Europeo di Firenze
All’estero in : Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Olanda, Canada, Australia e prossimamente in Argentina.
Altri libri sono: Il bambino nella psicoanalisi, Zanichelli, 1976¸ Il romanzo di famiglia, 1992.
Con A. M. Battistin ha scritto due testi di consiglio: A piccoli passi (Psicologia dei bambini da 0-5 anni) 1994; I bambini sono cambiati (Psicologia dei bambini da 5 a 10 anni) 1996; attualmente sta lavorando al terzo volume dedicato all’adolescenza. Tutti editi da Mondadori, Milano. Inoltre ha curato e collaborato con le seguenti opere collettive: Psicoanalisi al femminile,1992; (con M. Catenazzi) Psicoanalisi ed educazione sessuale, 1994; Storia delle passioni, 1995, editi da Laterza.
Saggi sono contenuti nei seguenti libri collettivi: Studi freudiani, Guerrini e Associati, 1989; Verso il luogo delle origini. La Tartaruga, 1992; Corpo a corpo, psicoanalisi del rapporto madre-figlia, Laterza 1995; Psicoanalisi e identità di genere, Laterza, 1995; Il sogno dell’interpretazione, Media editrice, 1996; Individuo e società nel pensiero psicoanalitico e filosofico contemporaneo, F. Angeli, 1997; Se noi siamo la terra. Il saggiatore, 1996; Fedi e violenze. IX Cattedra dei non credenti promossa da Carlo Maria Martini, Rosenberg & Sellier, 1997. Il respiro delle donne, Luce Irigray presenta i credo al femminile, Il saggiatore, 1997.Molti libri e saggi sono stati tradotti in spagnolo, tedesco e inglese.
Dal 1998 cura, per Mondadori, l’edizione e la diffusione delle opere di Françoise Dolto.
Membro fondatore della Consulta Nazionale di Bioetica e della Società Internazionale di Storia della Psicoanalisi partecipa al Comitato Scientifico dell’Istituto Gramsci di Roma, del direttivo della Casa della Cultura di Milano, del Comitato scientifico dell’Associazione “Imago Ricerche” di Bolzano. Fa parte del comitato scientifico delle riviste “Bio-logica”, “Adultità” e “Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale”. Collabora al rapporto annuale sui minori della presidenza del Consiglio dei Ministri e alle riviste filosofiche “Lettera internazionale” , “aut aut”, “Iride” , “Filosofia e Teologia”
Scrive su: Corriere della sera, Corriere salute, Tempo medico, Insieme e Io Donna.
La sua opera di cultura e di divulgazione competente, nonché la capacità di estendere il sapere della psicoanalisi a nuovi ambiti di esperienza, costituiscono motivo per l’attribuzione del premio “Cesare Musatti”.

SIlvia Vegetti Finzi