Cultura e Società

La storia del presepe dei folli, l’opera rinchiusa in manicomio a Cogoleto. Secolo XIX, 3/11/22 Intervista a C. Schinaia

21/11/22
La storia del presepe dei folli, l’opera rinchiusa in manicomio a Cogoleto. Secolo XIX, 3/11/22 Intervista a C. Schinaia

ANTONIA LIGABUE, 1960

Parole chiave: salute mentale, psichiatria, manicomio, disagio

La storia del presepe dei folli, l’opera rinchiusa in manicomio a Cogoleto.Secolo XIX, 3/11/2022 Intervista a Cosimo Schinaia

L’appello di Cosimo Schinaia per tutelare l’allestimento dei pazienti dell’ex ospedale psichiatrico

Secolo XIX,3 novembre 2022

Introduzione: In questo articolo Cosimo Schinaia psichiatra, psicoanalista fa un appello per la ricollocazione del ‘presepio dei folli’ un’opera realizzata dai pazienti dell’ex Ospedale Psichiatrico di Pratozanino a Cogoleto. Un documento storico che testimonia la realtà dei manicomi. Schinaia, in questo articolo, racconta la sua esperienza di Direttore del dipartimento di Salute Mentale di Genova Centro: ” negli ultimi anni registravo la tendenza all’incremento dell’uso dei farmaci a scapito del rapporto con i pazienti. Veniva chiesto di diminuire  le ore da dedicare alla psicoterapia all’approfondimento delle ragioni e del disagio profondo dei pazienti .Oggi il Covid e la crisi economica, il senso di sicurezza stanno attaccando le nostre sicurezze e fanno registrare un aumento dell’aggressività interpersonale”.(Maria Antoncecchi)

Cosimo Schinaia è psichiatra, psicoanalista membro ordinario AFT della Società Psicoanalitica Italiana e full member dell’IPA.

Secolo XIX,3 novembre 2022

La storia del presepe dei folli, l’opera rinchiusa in manicomio a Cogoleto

Vai all’articolo

Chi ha letto questo articolo ha anche letto…

Gemellarità e socialità. Recensione a cura di F. Mancia

Leggi tutto

25 Novembre Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Anna Migliozzi

Leggi tutto