In Treatment – Prima Stagione

Settimana 6 – Giovanni Foresti

Giovanni Foresti 1) Le esigenze spettacolari di uno sceneggiato televisivo comportano scelte che sono fatalmente in contrasto con la fedeltà ai fatti clinici. E tuttavia, per rendere efficace un serial sull’attività clinica di uno psicoterapeuta bisogna essere abbastanza plausibili e raccontare storie che ‘funzionano’. Quando il racconto ottiene il suo scopo, il piacere dello spettatore … Continue Reading »

Settimana 6 – Maria Naccari Carlizzi

Maria Naccari-Carlizzi “Danziamo intorno a un anello e supponiamo, ma il segreto siede nel mezzo e sa” R.Frost ,1942, cit. da M.P.Bromberg, 2011 Giovanni, “di nuovo bravo” nella  seduta-episodio sei, forse conosce questi versi … Da lunedì tenta di riscattare il suo narcisismo sotto scacco in famiglia e con i pazienti, la parola “controllo”, infatti, … Continue Reading »

Settimana 6 – Daniela Lucarelli

Daniela Lucarelli Mi piace iniziare con il dichiarare che a me la fiction “In treatment” piace, trovo che realizzi a pieno quello che ogni fiction in primo luogo si propone: presentare scene basate su fatti reali, che contengono sempre elementi immaginari e  rappresentare al meglio  l’intero spettro delle emozioni umane. In questo senso rende bene … Continue Reading »

Settimana 5 -Simonetta Bonfiglio Senise

Simonetta Bonfiglio Senise A proposito di distanze… Mentre la barca del Dott. Mari (o di Giovanni ?) naviga in acque sempre più pericolose, io, spettatrice, vengo nel procedere della navigazione,  via via   incuriosita, coinvolta,  chiamata a  prendere parte, anticipare e immaginare …. Riuscirà  il dott. Mari /Giovanni  a non far naufragare la barca tenendo la … Continue Reading »

Settimana 5 – Giovanni Foresti

Giovanni Foresti Ci sono Colleghi ‘psy’ (intendo psichiatri, psicologi, psicoterapeuti e psicoanalisti che costituiscono la composita nazione di coloro che non hanno perso l’abitudine di ascoltare/parlare con i pazienti) ai quali In Treatment proprio non piace. Si tratta di un parere del tutto legittimo, naturalmente. Alcuni di loro spingono però il loro disdegno molto avanti. … Continue Reading »