Secolo XIX di Genova, 27 settembre 2012

Se la stampa si prodiga nell’opera di ricerca, diffusione e denuncia, anche la psicoanalisi interviene sulle pagine dei quotidiani, contribuendo a chiarire il campo delle ragioni di tanto orrore, utilizzando il proprio specifico vertice osservativo. Il 28 SETT 2012 si è svolto il Convegno della Cowap (Comitato donne e psicoanalisi) su “Donne e creatività”al Palazzo Ducale di Genova. Stefano Bolognini, Presidente uscente della Società Psicoanalitica Italiana e attualmente neo-eletto presidente dell’Ipa (International psychoanalytical Association) viene intervistato sul tema delle radici della violenza contro le donne.

 

SECOLO XIX di Genova, 27 sett 2012, 

Intervista a Stefano Bolognini

Il giornalista denuncia questa specie di “invisibilità” del fenomeno, che è invece macroscopico, e la attribuisce a motivi concernenti la sostanza dei rapporti uomo/donna, anche quelli considerati normali. Al giornalista risponde Stefano Bolognini. Lo psicoanalista analizza i diversi aspetti della violenza, indagandone le radici profonde inconsapevoli, partendo dall’uomo che diviene violento per allargare poi l’analisi sui meccanismi profondi che producono l’esplosione nella coppia. Nel concludere evidenzia come alla radice più generale del dramma ci siano “convinzioni molto narcisistiche di tipo fallico: un’idea di assoluta superiorità del maschile sul femminile”.